menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il punto: 91 casi nel Lecchese, 55 vittime in Lombardia nelle ultime 24 ore

I dati ufficiali del Ministero della Salute

Sono 3.762 i nuovi positivi al Covid-19 in Lombardia nelle ultime 24 ore. I tamponi effettuati sono stati 42.052, facendo scendere l'indice di positività rispetto al numero di tamponi all'8,9% rispetto al precedente 10,38%. I dati, come di consueto, sono stati diffusi nel pomeriggio. Nelle 24 ore precedenti erano stati poco più di 2.100. Abbbastanza stabile il dato dell'area metropolitana di Lecco, con 91 nuovi positivi al Covid, 17.574 in totale. I ricoverati in terapia intensiva sono ora 476 in tutta la Regione, ovvero 35 in più del dato precedente, tra ingressi e uscite. Sono invece 184 in più (sempre tra ingressi e uscite) i ricoverati meno gravi, ora 4.408. In totale, le persone in ospedale in Lombardia sono ora 4.884. Le persone scomparse a causa del Covid nelle ultime 24 ore sono 55.

Corre la variante inglese

La variante inglese di Covid è registrata nel 64% dei campionamenti. In altre parole, la circolazione della variante è aumentata parecchio rispetto alla metà del mese di febbraio, quando la stima era inferiore al 35% del campionamento. Lo ha riferito Letizia Moratti, vice presidente della giunta regionale, durante una comunicazione in consiglio, martedì 2 marzo. 

L'attività di monitoraggio è stata effettuata, dall'inizio, su oltre duemila campioni e sono stati identificati 978 casi di varianti, quasi uno su due. Ma con un aumento sui tamponi positivi estratti nell'ultima settimana analizzata, fino all'1 marzo. La variante più diffusa (578 campioni su duemila dall'inizio del monitoraggio) è quella inglese. Segue quella sudafricana (18 campioni), poi quella brasiliana (10 campioni). Infine, 372 campioni risultano compatibili con una delle tre varanti.

Moratti: "Regione inizi a vaccinare insegnanti"

La regione inizi a vaccinare al più presto gli insegnanti e il mondo della scuola in generale. È l'invito rivolto a Palazzo Lombardia da Laura Galimberti, assessora all'istruzione del Comune di Milano, attraverso un video su Facebook. «Sottolineiamo l'urgenza di avviare le prenotazioni per una categoria di lavoratori che, da mesi, s’impegna con dedizione e professionalità per i cittadini più piccoli, ma anche per permettere alle famiglie di conciliare la vita personale e gli impegni di lavoro», dichiara.

«Capiamo le difficoltà - aggiunge l'assessora - ma purtroppo constatiamo che, ovunque in Italia, la categoria degli insegnanti è stata per lo meno convocata per gli appuntamenti per le vaccinazioni. Riteniamo quindi che sarebbe un segnale molto importante che anche la Lombardia seguisse questa strada».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento