Fine dell'emergenza: gli sfollati di Dervio rientrano nelle loro abitazioni

La Prefettura di Lecco ha dato lo sblocco. Inviati pullman a Colico e Bellano per gli 800 cittadini interessati dall'evacuazione. Cassinelli: «Manca la corrente in alcuni punti, ma la situazione si sta risolvendo»

Gli sfollati di Dervio possono tornare nelle proprie abitazioni. Come annunciato dal sindaco Stefano Cassinelli intorno alle 18.40 di oggi, la Prefettura di Lecco ha dato l'ok per la fine dell'emergenza. Non ci sarebbero più rischi, dunque, dovuti all'esondazione del fiume Varrone e alla possibile tracimazione della diga di Premana.

FOTO e VIDEO | Dervio: il Varrone esonda, evacuazione per centinaia di persone

«La Prefettura ha dato lo sblocco, tutti possono rientrare nelle loro case - le parole di Cassinelli - ho già mandato i pullman a prenderli a Colico e Bellano, tutti devono sapere che possono tornare a casa. Ci saranno molti disagi, manca ancora la corrente in alcuni punti del paese, ma stiamo cercando di risolvere tutti i disagi».

L'evacuazione era stata approntata questa mattina, dopo l'attivazione del piano di emergenza della Prefettura che ha interessato il Comune di Dervio, le forze dell'ordine, la Protezione civile e gli enti di soccorso. In tutto, solo nel comune altolariano, sfollate 800 persone che avevao trovato posto all'Oasi del Viandante, alla palestra di Colico e all'oratorio di Bellano. La ferrovia nel tratto tra Colico e Bellano resta chiusa, più agevole il traffico stradale lungo la Provinciale 72.

Ferrovia chiusa, istituite le navette tra Colico e Bellano
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Nuovo digitale terreste 2020: cosa cambia per gli utenti

Torna su
LeccoToday è in caricamento