Scoperti a rubare a Colico, cercano di investire i carabinieri e fuggono: presi in Brianza

I due ladri sono stati bloccati a Desio (Mb) da pattuglie dell'Arma e della Stradale

I malviventi sono stati fermati da carabinieri e polizia (foto archivio)

Sono finiti in manette dopo un inseguimento in due province i ladri che stanotte hanno cercato di rubare in un appartamento a Colico.

Era da poco passata la mezzanotte di oggi 27 dicembre, quando un cittadino colichese ha chiamato il numero di emergenza 112, spiegando di aver visto due persone introdursi in una abitazione del centro: i carabinieri della stazione locale, arrivati sul posto, hanno trovato i malviventi ancora nella casa, intenti a rubare.

In un primo momento i ladri sono riusciti a sfuggire ai militari e, dopo aver cercato di investire questi ultimi con la loro Fiat Brava, anche a darsi alla fuga. I carabinieri hanno quindi diramato l'allerta, e nel giro di poco tempo l'auto è stata intercettata a Nibionno, in piena Brianza, da una pattuglia della Polstrada.

La fuga dei due ladri è durata ancora una ventina di chilometri: all'inseguimento si sono infatti aggiunte una seconda pattuglia della Stradale e quelle dei carabinieri di Seregno e Desio (Mb), che sono riuscite a fermare i malviventi proprio nel territorio comunale desiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta arrestati e portati in Questura, i ladri sono stati identificati come F.G, 53enne sloveno, e il 29enne V.G., entrambi titolari di precedenti di polizia e residenti nel milanese. Per loro i capi di accusa sono tentato furto in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione di 11 bottiglie di vino e 4 smerigliatori: questi, infatti, gli oggetti trovati a bordo della Fiat Brava assieme a diversi arnesi atti allo scasso. Il tutto, auto compresa, è stato sequestrato. I due sono stati quindi portati alla casa circondariale di Monza, dove si trovano a disposizione della locale Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allo stadio "Rigamonti-Ceppi" l'ultimo saluto alla giovane Chiara Papini. Ai domiciliari l'investitore

  • Transumanza a Lecco: il maxi gregge ha completato il suo viaggio verso la Valsassina

  • Scontro fra moto a Mandello, conseguenze gravi per tre persone

  • Settecento persone per l'ultimo saluto a Chiara al "Rigamonti-Ceppi": «Siete ragazzi speciali, ricordatelo»

  • Aria di lago e montagna: Stefan De Vrij e la compagna Doina a spasso sul Monte Barro

  • Coronavirus, il punto: dieci nuovi tamponi positivi nel Lecchese, lieve rialzo nel rapporto tra analisi e contagi

Torna su
LeccoToday è in caricamento