menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asl, riparte la campagna per la vaccinazione antifluenzale per l'inverno 2014-2015

La vaccinazione è consigliata e gratuita diverse categorie, e sarà somministrata in tutto il territorio provinciale, sia dai medici di famiglia, sia dal Servizio prevenzione malattie infettive.


Con l'arrivo della stagione fredda torna anche il rischio influenza, e dall'Asl riparte la consueta campagna di vaccinazioni contro il malanno stagionale su tutto il territorio della provincia.


Anche quest'anno il vaccino è raccomandato e gratuito per le persone sopra i 65 anni (nati nel 1949 e anni precedenti), donne nel secondo e terzo trimestre della gravidanza e soggetti affetti da patologie che rischiano di complicarsi con l'influenza, oltre che ai loro familiari.


A queste categorie si aggiungono medici e personale sanitario di assistenza, forze di Polizia e Vigili del fuoco, personale a contatto con gli animali.


Coloro che richiedono la vaccinazione per patologia a rischio di complicazioni dovranno presentarsi muniti di prescrizione del medico, mentre gli operatori sanitari potranno vaccinarsi direttamente presso le strutture in cui lavorano.


I medici di famiglia garantiranno la vaccinazione antinfluenzale ai soggetti appartenenti alle categorie sopraelencate, presso il proprio studio e/o presso ambulatori comunali: le modalità operative per le sedute ambulatoriali saranno definite dai singoli Comuni, con i medici stessi.


Altre sedute in ambulatorio saranno organizzate presso il Servizio prevenzione malattie infettive secondo il calendario disponibile sul sito internet dell'Asl.


Nell’accesso all’ambulatorio sarà data precedenza ai minori di 18 anni, alle donne in gravidanza e alle persone con disabilità; la vaccinazione è somministrata ad accesso libero in qualsiasi seduta, indipendentemente dalla propria residenza, purché ci si presenti in ambulatorio muniti di tessera sanitaria.


La vaccinazione antinfluenzale in soggetti non appartenenti a categorie ad alto rischio potrà essere effettuata, su richiesta e previo pagamento della prestazione, nelle sedute vaccinali dell’Asl, al costo di 9,50 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento