Cronaca

Energia elettrica 'irregolare', maxi multa anche per un'officina del Lecchese

L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli di Como ha individuato 10 gruppi elettrogeni, nella titolarità di due officine di produzione di energia, che risultavano sconosciuti alla stessa ADM

Gruppi elettrogeni

I funzionari ADM dell’Ufficio di Como, nell’ambito dei controlli sul comparto dell’energia elettrica, hanno individuato una serie di gruppi elettrogeni, nella titolarità di due officine di produzione di energia elettrica del Comasco e del Lecchese, che risultavano sconosciuti alla stessa ADM.

I gruppi elettrogeni, 10 in totale, erano infatti gestiti in assenza delle dovute comunicazioni all’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli. Per i soggetti produttori di energia elettrica le norme del Testo Unico delle Accise stabiliscono una serie di adempimenti che dipendono dall’impiego dell’energia elettrica prodotta o dalle potenze in gioco oppure ancora dalla fonte energetica primaria.

Telelaser a Lecco: Polizia locale al lavoro in varie zone della città. Occhio alla velocità

Una gestione irregolare che non consentiva l’accertamento dell’impiego effettivo dei gruppi elettrogeni sin dal loro utilizzo. Mediante apposite rilevazioni, i funzionari ADM hanno quindi ricostruito l’entità dell’energia elettrica prodotta, quantificando circa 25.000 ore di utilizzo complessivo, per un'accisa evasa di circa 10.000 euro.

Sanzioni fino a 50.000 euro

I contravventori rischiano sanzioni tra 7 e 37 mila euro in un caso e tra 10 e 50 mila euro nell’altro. Sulla base degli elementi raccolti durante l’indagine amministrativa, l’Ufficio di Como ha rafforzato il monitoraggio per appurare l’eventuale presenza di casi analoghi sul territorio. ADM si conferma presidio di trasparenza e legalità del mercato locale, contro ogni pratica distorsiva a danno del consumatore e dello Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia elettrica 'irregolare', maxi multa anche per un'officina del Lecchese

LeccoToday è in caricamento