Cronaca

Parte da Lecco per unirsi all'Isis portando con sé il figlioletto

La donna ha abbandonato il marito e le due figlie maggiori per unirsi alla jihad in Siria

Soldati dell'Isis

È scomparsa da casa da un giorno all'altro, portando con sé il suo bambino, diretta in Siria per arruolare se stessa e il bambino fra i militanti dell'Isis. Una cittadina albanese residente a Lecco ha abbandonato a dicembre 2014 il marito e le due figlie maggiori per andare a combattere la jihad, dopo un percorso di radicalizzazione durato qualche mese.

A raccontare la storia è il marito Afrim, come lei, di origine albanese, che all'inizio di gennaio si presenta dai carabinieri per raccontare la scomparsa della donna e del figlio, e il suo tentativo di riportarli a casa: li ha inseguiti sulla rotta per la Siria, ma un posto di blocco dello Stato islamico lo ha costretto a rinunciare, per non rimetterci la vita.

Della donna, V., e del suo bambino si sono perse le tracce e, come riporta Repubblica.it, le indagini del Ros dei carabinieri sulla loro scomparsa sono estremamente difficoltose. È comunque altissima la possibilità che V. sia stata attirata, oltre che dal fondamentalismo a cui si era lentamente convertita, dalla ricompensa in denaro che i militanti dell'Isis offrono alle reclute che scelgono di portare con sé i propri figli.

Leggi l'articolo completo su Repubblica.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte da Lecco per unirsi all'Isis portando con sé il figlioletto

LeccoToday è in caricamento