rotate-mobile
Cronaca Calolziocorte

Brambilla condannata a risarcire ex dipendente, arrivata notifica di pignoramento

La parlamentare di Forza Italia deve risarcire un ex manager dei Circoli della libertà, ma il debito sarà assolto dal partito

Non è andato a buon fine il tentativo di pignoramento nella villa calolziese di Michela Vittoria Brambilla, avvenuto venerdì 17 luglio con una notifica da parte dell'ufficiale giudiziario: Flavio Lugnani, ex dipendente dei Circoli della libertà nel 2008, non è riuscito a recuperare nulla dei 217mila euro che l'ex Ministro del turismo gli deve risarcire per il licenziamento illegittimo.

Un risarcimento che, però, arriverà da Forza Italia: stando a quanto riporta il Corriere.it, dal partito è stato fatto sapere all'ex manager dei Circoli della libertà che "Il debito residuo va in realtà imputato a Forza Italia, che nel 2008 ha incorporato l’Associazione Nazionale Circolo della Libertà facendosi carico di tutti gli oneri e posizioni debitorie pendenti. Forza Italia, quindi, solleva l’on. Brambilla da qualsivoglia responsabilità e provvederà quanto prima ad una composizione della vicenda giudiziaria".

La vicenda risale a 7 anni fa: Lugnani nel 2008 era stato assunto da Brambilla come dirigente dei Circoli della libertà e licenziato tre mesi dopo per "mancato superamento del periodo di prova". Un licenziamento che il Tribunale giudicherà illegittimo, condannando al risarcimento l'associazione nel 2011 (ormai assorbita in Forza Italia) e in un secondo momento, nel 2013, la fondatrice stessa. Ora quei 217mila euro dovrebbero essere risarciti dal partito di Berlusconi.

Leggi l'articolo completo sul Corriere.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brambilla condannata a risarcire ex dipendente, arrivata notifica di pignoramento

LeccoToday è in caricamento