menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brambilla condannata a risarcire ex dipendente, arrivata notifica di pignoramento

La parlamentare di Forza Italia deve risarcire un ex manager dei Circoli della libertà, ma il debito sarà assolto dal partito

Non è andato a buon fine il tentativo di pignoramento nella villa calolziese di Michela Vittoria Brambilla, avvenuto venerdì 17 luglio con una notifica da parte dell'ufficiale giudiziario: Flavio Lugnani, ex dipendente dei Circoli della libertà nel 2008, non è riuscito a recuperare nulla dei 217mila euro che l'ex Ministro del turismo gli deve risarcire per il licenziamento illegittimo.

Un risarcimento che, però, arriverà da Forza Italia: stando a quanto riporta il Corriere.it, dal partito è stato fatto sapere all'ex manager dei Circoli della libertà che "Il debito residuo va in realtà imputato a Forza Italia, che nel 2008 ha incorporato l’Associazione Nazionale Circolo della Libertà facendosi carico di tutti gli oneri e posizioni debitorie pendenti. Forza Italia, quindi, solleva l’on. Brambilla da qualsivoglia responsabilità e provvederà quanto prima ad una composizione della vicenda giudiziaria".

La vicenda risale a 7 anni fa: Lugnani nel 2008 era stato assunto da Brambilla come dirigente dei Circoli della libertà e licenziato tre mesi dopo per "mancato superamento del periodo di prova". Un licenziamento che il Tribunale giudicherà illegittimo, condannando al risarcimento l'associazione nel 2011 (ormai assorbita in Forza Italia) e in un secondo momento, nel 2013, la fondatrice stessa. Ora quei 217mila euro dovrebbero essere risarciti dal partito di Berlusconi.

Leggi l'articolo completo sul Corriere.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento