Cronaca

'Ndrangheta: si è spento Mario Trovato, boss della malavita lecchese

A renderlo noto è stato Klaus Davi. Fratello minore di Franco Coco Trovato, storico capo indiscusso della 'ndrangheta in Lombardia, era in carcere per associazione mafiosa, estorsione e altri reati dal 2014

Mario Coco Trovato

Si è spento Mario Trovato. L'uomo è morto oggi, sabato 12 dicembre, a 71 anni nell'Ospedale di Trieste; lì era stato portato dal carcere di Tolmezzo (Udine), dove stava scontando una pena di quindici anni e mezzo, a causa di un'infezione di Sars-Cov-2. A rendere nota la scomparsa è stato Klaus Davi, giornalista, opinionista, sondaggista pubblicitario, saggista e accademico.

Mario Trovato era in carcere per associazione mafiosa, estorsione e altri reati, tra cui quelli legati alla maxi inchiesta "Metastasi", dal 2014. Era il fratello minore di Franco Coco Trovato, 73enne storico capo indiscusso della 'ndrangheta in Lombardia arrestato nel 1992 all'interno della pizzera "Wall Street" di via Belfiore, nel rione del Caleotto di Lecco; attualmente è detenuto all'interno del carcere di Rebibbia, dove sta scontando l'ergastolo e ha conseguito recentemente il dottorato in giurisprudenza.

I Coco Trovato sono imparentati con il clan De Stefano di Reggio Calabria, ritenuti tra i più potenti della 'ndrangheta, poiché Carmine De Stefano ha sposato la figlia di Franco Coco Trovato, Giuseppina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta: si è spento Mario Trovato, boss della malavita lecchese

LeccoToday è in caricamento