menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oggiono, countdown per il Premio Marco D'Oggiono

Il 14 settembre saranno insigniti del prestigioso premio Carla Liliana Martini, la classe 3D delle scuole medie di Oggiono, Enrico Crippa, Gloria Fumi e Giovanni Battista Besana.

Il premio “Marco d’Oggiono” è ormai alle porte. Il 14 settembre, infatti, in significativa concomitanza con la festa patronale, si svolgerà la cerimonia di conferimento, che si preannuncia speciale, perché quest’anno ricorre il 30esimo anniversario di fondazione del Premio. Conferito dalla Fondazione Renzo Conti, presieduta dal dott. Renzo Crippa, il premio "Marco D'Oggiono" intende promuovere i valori della Brianza, rappresentati da Brianzoli, per nascita o per adozione, che si sono distinti per aver coniugato i loro meriti professionali e civici con l’impegno sociale e solidale a favore della collettività. Sarà, quindi, una giornata particolare carica di emozioni e di significati, che si possono intuire scorrendo i nomi dei premiati: Carla Liliana Martini, la classe 3D delle scuole secondarie di primo grado, lo chef Enrico Crippa, la giovane ma già autentico talento flautista Gloria Fumi e Giovanni Battista Besana.

Carla Liliana Martini fece parte della “catena della salvezza” che dal 1943 al 1945 aiutava prigionieri alleati evasi ed ebrei ad arrivare in Svizzera, passando per la stazione di Oggiono. La sua storia, raccontata in prima persona dalla Martini in un libro, è stata riscoperta e scelta come soggetto per il laboratorio teatrale dalla classe media 3D dell'ICS "Marco D'Oggiono", premiata quindi "per aver saputo ricercare, considerare e riproporre fatti e luoghi che rappresentano Oggiono quale punto importante di solidarietà e locale anello della catena della salvezza".

Un altro premiato sarà il talento, quello dello chef “trestellato Michelin” Enrico Crippa, che nel cuore delle Langhe, ad Alba, ha portato e riconfermato l’operosità e la tenacia brianzola, e quello di Gloria Fumi, che si è imposta al 34° Concorso Internazionale di Musica per Giovani “Città di Stresa”. Infine sarà insignita del premio la capacità di “correre” in soccorso di chi chiede aiuto nella persona di Giovanni Battista Besana, socio storico della Croce Verde di Bosisio e membro della Protezione civile.

A coronare la giornata una bella iniziativa promossa dall’Associazione Università Monte di Brianza, “Oggiono, il paese di Marco”. In collaborazione con l’Associazione Archeologica e con il gruppo fotografico, sarà possibile infatti andare alla scoperta del celebre pittore, uno degli allievi più importanti di Leonardo Da Vinci. Nelle corti oggionesi, che grazie alla preziosa concessione dei proprietari saranno aperte al pubblico, si snoderà un percorso artistico e musicale, lungo il quale saranno esposte riproduzioni di opere di Marco D’Oggiono con l’accompagnamento di brani musicali eseguiti dal vivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento