menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziano muore al Pronto soccorso, la Procura indaga

L'ambulanza per soccorrere l'82enne lecchese è stata inviata da Bosisio Parini, distante 14 chilometri. La Procura sta cercando di capire se il ritardo nel soccorrerlo sia stato rilevante per il decesso.

La Procura sta indagando sul decesso di un 82enne lecchese, Bernardo Peup Sala, morto in Pronto soccorso la sera di giovedì 4 settembre.


L'anziano è stato colto da arresto cardiaco nella sua casa di Lecco, in via don Monza, ma l'ambulanza per soccorrerlo è stata inviata da Bosisio Parini, a ben 14 chilometri di distanza: questo ha fatto sì, come riporta Il Giorno, che venisse oltrepassato abbondantemente il tempo di attesa previsto dalla normativa per il soccorso in area urbana, che non dovrebbe superare gli 8 minuti.


Oltre alla decisione inusuale di mandare l'ambulanza da Bosisio (quando quelle di Calolziocorte, Valmadrera, Ballabio sarebbero state molto più vicine all'abitazione di Sala), risulta altrettanto singolare che si sia deciso di non inviare l'automedica, pur essendo questa una decisione discrezionale degli operatori 118.


Ora la Procura ha disposto degli esami sulla salma di Sala, per verificare se il ritardo dei soccorsi sia stato determinante per la morte dell'uomo, e indagherà per capire quale ragione abbia portato a inviare a Lecco un'ambulanza da Bosisio, visto che non era già impegnata in altri servizi in città, ma l'equipaggio era tutto nella propria sede.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento