Casargo: donna infortunata all'Alpe di Paglio, in campo varie squadre di soccorritori

La donna ha 75 anni. L'intervento è reso difficoltoso dalla presenza di abbondante neve

Una fase dell'intervento CNSAS

Intervento all'Alpe di Paglio per varie squadre di soccorritori. I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Lecco sono entrati in azione intervenendo con due mezzi e due squadre del Nucleo Saf (speleo-alpino-fluviale) per soccorrere una donna di 75 anni rimasta bloccata, a causa di un infortunio a un arto inferiore, a circa 1.500 metri di quota; con i pompieri ci sono i tecnici della Stazione di Premana della XIX Delegazione Lariana del Soccorso Alpino, oltre a un'ambulanza e a un'autoinfermieristica.

Le cade addosso una pianta a causa della neve

La donna, come riferito da fonti del Soccorso Alpino, è stata colpita da una pianta, caduta per il carico della neve, e si è fatta male a una gamba. L’allertamento è arrivato intorno alle 16:20 da parte della Centrale di Soreu: la malcapitata si trovava nei pressi di una baita. Sul posto si sono portati una decina di tecnici, tra cui un medico, insieme ai pompieri. L’infortunata è stata raggiunta, medicata, messa in sicurezza e accompagnata con la barella portantina fino all’ambulanza della Croce Rossa, nel parcheggio di Paglio. Infine è stata trasportata in ospedale a Lecco. L’intervento, reso difficoltoso dall'abbondante neve caduta nella zona in questi ultimi giorni, si è concluso intorno alle 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento