Cronaca Rifugio Grassi

Val Biandino: ritrovato e recuperato il corpo dell'escursionista disperso domenica

Paolo Bortolato, 58enne di Agliate, era partito da Introbio alla volta del Rifugio Grassi, ma si era trovato in difficoltà durante l'ascesa. Lunedì mattina è stato individuato dai soccorritori

Paolo Bortolato

E' stato ritrovato lunedì mattina, purtroppo senza vita, il corpo di Paolo Bortolato, escursionista residente ad Agliate (Monza e Brianza) disperso dalla giornata di domenica in Val Biandino. L'uomo stato localizzato nel canale della Val Bona: le ricerche, che hanno fatto base nella piazzola della Fornace di Barzio, si sono concentrate nell’area dove poi il brianzolo è stato ritrovato; il 58enne è stato avvistato e poi recuperato con il verricello grazie all’elisoccorso di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) di Bergamo. 

L'allarme e le ricerche senza esito

L'uomo, nel pomeriggio di domenica, era partito da Introbio alla volta rifugio Grassi, in Val Biandino, dopodichè si era trovato in difficoltà ma era riuscito a chiedere aiuto. Le comunicazioni, come riferito da fonti del Soccorso Alpino, erano state sin da subit molto difficoltose e frammentarie. Il rilevamento della posizione del telefono attraverso le celle telefoniche non ha sfortunatamente permesso di restringere l’area d’intervento e, di conseguenza, si è deciso di procedere definendo alcune zone come prioritarie.

Circa venticinque soccorritori della XIX Delegazione Lariana sono stati impiegati per le operazioni di ricerca, svolte in una zona molto impervia e con condizioni ambientali particolarmente complesse. Nella serata di domenica era stata valutata la strategia da seguire nelle seguenti ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Biandino: ritrovato e recuperato il corpo dell'escursionista disperso domenica

LeccoToday è in caricamento