rotate-mobile
Cronaca

Valanghe, rischio "forte" sui rilievi lombardi

"I nuovi lastroni sono scarsamente collegati a quelli già presenti e il loro distacco sarà probabile al passaggio di un singolo escursionista o sciatore"

La copiosa nevicata di sabato 5 marzo ha - purtroppo - aumento il rischio valanghe, già presente, anche sui rilievi del Lecchese.

Il bollettino elaborato dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia di oggi, domenica 6:
"la neve recente è in fase di lento assestamento e graduale consolidamento. Il manto nevoso si presenta rimaneggiato dall'intensa attività eolica recente. Sono presenti in modo diffuso, nuovi lastroni scarsamente collegati a quelli già presenti e il loro distacco sarà probabile al passaggio di un singolo escursionista o sciatore. Su molti pendii non ancora scaricati, sono possibili scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni, a debole o media coesione e anche a lastroni. In singoli casi anche di grandi dimensioni".

Il pericolo slavine è classificato 3 "marcato" sulle Retiche orientali e 4 "forte" sugli altri rilievi lombardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanghe, rischio "forte" sui rilievi lombardi

LeccoToday è in caricamento