menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubavano monetine dai distributori: due arrestati

Un lecchese e un marocchino sono stati arrestati nella notte dai carabinieri dopo una serie di furti ai distributori

Sono scattate le manette per Luca Ghislanzoni, 32enne lecchese, e il complice Mhijir Adil, 34enne marocchino, arrestati dai carabinieri della stazione di Oggiono dopo una serie di furti commessi demolendo e svaligiando svariati distributori automatici. 

I carabinieri lecchesi sono stati avvisati intorno alle 3 dai colleghi di Merate della presenza nella loro zona di una Fiat Panda rubata poco prima a Cantù, seguita grazie al GPS montato: qualche minuto dopo la vettura è stata individuata vicina a un cascinale abbandonato di Civate, in una zona assiduamente frequentata dai tossicodipendenti. La pattuglia dei militari, arrivata in zona, ha poi dovuto inseguire la vettura, guidata contromano e a fari spenti dal suo conducente (Ghislanzoni, ndr) sulla SS36; inseguimento andato a buon fine nonostante gli strenui tentativi del lecchese di sottrarsi alla cattura: arrestato e perquisito, sul corpo dell'uomo sono stati rinvenuti 150 euro, arnesi da scasso e 2 grammi di hashishGhislanzoni è stato arrestato per il reato di resistenza, ricettazione della vettura rubata, danneggiamento del veicolo militare e porto ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Risaliti alla provenienza delle monetine, è stata anche ricostruita la sequenza dei furti: esse erano state rubate presso il distributore ENI di Novedrate poco dopo le 23, mentre il secondo si è verificato alle successive ore 00.30, e il terzo dopo circa un’ora a Mariano Comense in via Lombardia presso un altro distributore ENI.

Dalla provenzienza dell'hashish si è invece risaliti a Mhijir Adil, rintracciato a Molteno all’interno dell’abitazione di un senegalese. Anche il marocchino era in possesso di una Fiat Panda rubata, rubata il maggio a Inverigo, nonché di circa nove grammi di cocaina, quattro telefoni cellulari e due bilancini di precisione utilizzati per l’attività di spaccio. Il cittadino straniero è stato quindi arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione dell’auto rubata.

Entrambi gli arrestati, dopo la notte passata nelle celle della Comando di Merate, sono stati oggi trasportarti al Tribunale di Lecco per l’udienza di convalida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento