menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli ai Comuni, Brambilla «Lecco penalizzata dai "tecnici" e da Governi di sinistra»

La deputata calolziese, commissario provinciale di Forza Italia, commenta aspramente i dati diffusi oggi dal Sole 24 Ore: «I Governi tagliano, i Comuni tassano, i cittadini pagano».

I dati diffusi oggi 14 settembre dal Sole 24 Ore mostrano come i tagli ai trasferimenti nel quadriennio 2010-2014 abbiano penalizzato in particolar modo il nord Italia, con Lecco al terzo posto fra i Comuni messi alle strette: a fronte di una media del 46% di fondi tagliati, infatti, Lecco registra un -69% (peggio della città manzoniana se la passano solo Brescia, -70% e Lodi, -72%).


L'onorevole Michela Vittoria Brambilla, commissario provinciale di Forza Italia, commenta aspramente questi dati: «I governi (soprattutto quelli di sinistra) tagliano i trasferimenti, i Comuni (soprattutto quelli di sinistra) tassano, i cittadini pagano. Noi vogliamo spezzare questo circolo vizioso».


Secondo la deputata calolziese, a penalizzare davvero i Comuni come Lecco non sono stati tanto i cosiddetti "tagli lineari" messi in atto dall'allora Ministro dell'economia Giulio Tremonti, ma i criteri introdotti dai Governi guidati da Monti e Letta, che hanno inciso rispettivamente sui Comuni con il gettito fiscale più alto e con i maggiori consumi intermedi.


«In una realtà come quella italiana, dove si è ancora ben lontani dalla definizione dei costi standard, ciò significa, di fatto, non distinguere tra sprechi e spese produttive - prosegue l'ex Ministro - Come abbiamo già ripetuto infinite volte, Forza Italia ritiene necessario un significativo taglio della pressione fiscale su famiglie e imprese, per uscire dalle secche della crisi economica. Ma altrettanto urgente è definire i fabbisogni standard, che dovrebbero indicare il "giusto prezzo" dei servizi e delle attività comunali, per poter distribuire su una base di equità le risorse disponibili. Tassare non basta e tagliare alla cieca può infliggere seri danni, specialmente ai territori più dinamici del Paese».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento