menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini della simulazione

Le immagini della simulazione

Maxi emergenza per treno deragliato a Olgiate, ma è un'esercitazione

Nella notte tra venerdì e sabato è stata effettuata un'esercitazione interforze, coordinata dalla Prefettura di Lecco, simulando il deragliamento di un treno regionale con a bordo 500 persone

Scenario di maxi emergenza sui binari a Olgiate Molgora, all'interno di una galleria. Nella notte tra venerdì 26 e sabato 27 ottobre è stata effettuata una esercitazione interforze, coordinata dalla Prefettura di Lecco, simulando il deragliamento di un treno regionale con a bordo 500 persone, a 300 metri all’interno della galleria ferroviaria di Beverate, lunga 2 chilometri e ubicata tra Olgiate Molgora e Airuno.

L'obiettivo dell'esercitazione è stato testare il piano di emergenza esterno della galleria ferroviaria, l'efficienza del dispositivo di soccorso tecnico urgente per l'evacuazione dei passeggeri, il soccorso sanitario degli infortunati, il flusso intenso di comunicazioni tra i vari enti interessati in emergenze di tale portata. Oltre al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecco hanno partecipato: la Questura, i Carabinieri, il Compartimento della Polizia Ferroviaria Regione Lombardia, la Protezione Civile Regione Lombardia e la Provincia di Lecco, la Croce Rossa Italiana, le organizzazioni di volontariato di Trenord e del Gruppo Fs italiane, il 112-NUE AREU, il comune di Olgiate Molgora, il comune di Calolziocorte e quello di di Airuno.
Le operazioni sono state coordinate dal prefetto di Lecco, Liliana Baccari, che si è avvalso della collaborazione dei rappresentanti di tutti gli enti intervenuti presso il Centro di coordinamento dei soccorsi istituito nella notte in Prefettura.

Atto vandalico contro il treno in stazione a Lecco

Il Comandante dei Vigili del Fuoco, Giuseppe Biffarella, intervenuto sullo scenario operativo ha assunto il ruolo di direttore tecnico dei soccorsi, coordinando le operazioni di competenza dal posto di comando avanzato istituito all'esterno della galleria in prossimità della zona rossa.

Il Comando di Lecco ha inviato sullo scenario operativo circa 20 persone con i seguenti automezzi: una autopompa dal distaccamento volontario di Merate; dalla sede centrale il furgone Unità di Comando locale per le telecomunicazioni; il furgone Nbcr con la strumentazione per il rischio nucleare, batteriologico, chimico e radiologico; il carro aria per la protezione delle vie respiratorie dei soccorritori dei vigili del fuoco e due campagnole. L'esercitazione si è conclusa positivamente e non ha causato ripercussioni alla circolazione dei treni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento