menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta dal web

Foto tratta dal web

In fiamme il Milano-Tirano, il Codacons denuncia Trenord: "Tragedia sfiorata"

Il coordinamento che riunisce le associazioni di difesa dei diritti dei consumatori ha annunciato battaglia legale

Indagherà la Procura di Milano sulla vicenda che, sabato, ha visto il coinvolgimento del treno Milano-Tirano andato a fuoco nel pomeriggio di sabato in Stazione Centrale. La denuncia è stata fatta, nei confronti di Trenord direttamente dal Codacons.

Le fiamme hanno devastato due vagoni del treno, vuoto al momento dell'incendio. Una spessa coltre di fumo ha invaso la galleria della stazione, ma non ci sono stati né feriti né intossicati, come comunicato dall'azienda regionale di emergenza urgenza che ha inviato sul posto un'ambulanza.

I vigili del fuoco del comando provinciale di Milano sono intervenuti con quattro mezzi e hanno domato le fiamme. Per il momento non è ancora chiara la causa che ha fatto divampare il rogo, sono in corso i rilievi tecnici da parte dei pompieri che hanno spostato il convoglio all'esterno della galleria della stazione. Non è escluso che le fiamme siano state causate da un cortocircuito dell'impianto elettrico del riscaldamento.

La nota del Codacons

Erano le 14.00 sabato 9 dicembre, quando un vagone di un treno di Trenord, fermo sui binari della stazione centrale di Milano, ha preso fuoco. E’ stata per un pelo sfiorata la tragedia atteso che  il treno sarebbe dovuto partire 20 minuti dopo verso Lecco, con destinazione Tirano.

A questo punto ci si chiede: cosa sarebbe successo che il treno avesse preso fuoco in viaggio o in galleria ? Non osiamo pensare quale grave tragedia sarebbe accaduta!

E’ stato già un miracolo che non ci siano stati feriti, visto che il fatto è accaduto nello scalo ferroviario più grande d’Italia, affollato da migliaia di viaggiatori, soprattutto durante il ponte dell’Immacolata.

Si ipotizza che la causa del rogo sia un corto circuito all’impianto di riscaldamento.

 Com’è possibile che si verifichino certi episodi? E’ inaccettabile! I treni vecchi e fatiscenti devono essere demoliti. Trenord deve effettuare una regolare manutenzione su tutti i treni, soprattutto su quelli più datati e nel caso provvedere alla demolizione, visto che è a rischio la sicurezza e la stessa vita dei viaggiatori!

Basta! Non si può più aspettare! Bisogna intervenire con la massima urgenza!

E’ necessario provvedere urgentemente a mettere in sicurezza tutti i treni regionali, soprattutto quelli più vecchi, per scongiurare possibili tragedie a causa della scarsa manutenzione, che mette a repentaglio la vita dei passeggeri.

Il Codacons presenterà un esposto al fine che vengano valutate le responsabilità e le eventuali omissioni di Trenord.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

A lezione fino al 30, esami di maturità orali il 16 giugno e apertura in anticipo: cosa vogliono fare Draghi e Bianchi sulla scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento