menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tanta Valsassina alla festa del Rugby

I formaggi di Pasturo, i dolci di Introbio, gli allievi dell’alberghiera di Casargo e un ex presidente alla festa del 40°

Alla celebrata cena di Gala del 40° del Rugby Lecco, c’era anche tanta “Valsassina”. E lo si è capito fin dall’inizio, in quanto nel menù predisposto dallo Chef Internazionale Enrico Derflingher, nell’aperitivo servito accanto allabalconata vista lago della fantastica location di Villa Lario, accanto ai salumi di Oggiono e alle ostriche a dare il via alle degustazioni i formaggi a latte crudo dellaValsassina della azienda Invernizzi e Rota di Pasturo.

In molti hanno fatto il “giro” di tutti i formaggi, quartirolo, robiolina, caprini, zola e latteria d’alpe. Nel primo piatto, il risotto di Derflingher preferito dalla casa reale di Inghilterra (dove per anni ha lavorato) fra il riso carnaroli e frutti dell’orto spiccava il caprino della Valsassina. Arrivati poi al dolce che ha concluso la cena di gala dedicata alla raccolta fondi dell’associazione Cancro Primo Aiuto per l’acquisto di un apparecchiatura all’avanguardia nella radioterapia dell’Ospedale Manzoni la Torta del 40° Confezionata da Andrea Arrigoni, pasticcere presso Santa Marta delle sorelle Valsecchi di Introbio.

La torta, distribuita su più piani riportava sul piatto la decorazione degli stemmi del rugby Lecco, di Villa Lario, di Cancro Primo Aiuto. Torta con frutti di bosco raccolti in valle. Fautore di tanta Valsassina anche Egidio Magni, che è stato ai vertici del rugby Lecco per una decina d’anni come presidente e vice, vanta anche la la costituzione del settore giovanile valsassinese.

Come presidente di zona per Confcommercio ha selezionato prodotti e produttori ed ha presenziato nella location di Derflingher anche in veste di location manager della Lecco Film Commission. Ma non è finita, a cucinare con gli Chef Enrico Delflingher e Gianni Tarabili (autore del secondo piatto) gli allievi di cucina del Centro professionale alberghiero di Casargo. A servire i piatti gli allievi di sala/bar, con i loro assistenti Elena Cavatorta, Rosato e Ciro Vitiello. Segno che la Valsassina agroalimentare e la sua filiera sono sempre protagonisti ad alto livello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento