menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violazioni del Dpcm, il bilancio finale del lockdown: quasi duemila sanzioni

Da metà marzo al 17 maggio le forze dell'ordine hanno sottoposto a controlli oltre 68mila persone e 25mila esercizi. Il riepilogo dei dati del periodo di quarantena

Con la giornata di domenica 17 maggio 2020 è terminata la fase di lockdown imposta per via dell'emergenza Coronavirus. Le forze dell'ordine hanno vigilato sul rispetto delle norme contenute nei Dcpm dell'8, 9, 11 e 25 marzo firmati dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte per contrastare la diffusione del virus Covid-19.

La Prefettura di Lecco ha fornito anche oggi i dati relativi al monitoraggio e alle verifiche effettuati nel territorio, dando la possibilità di tracciare un bilancio definitivo. Dal 18 maggio, infatti, nessuna restrizione è più in vigore sugli spostamenti, mentre resta il divieto di violare la quarantena per i soggetti positivi, così come sono attive le disposizioni riguardo le protezioni individuali e il distanziamento sociale.

Le persone sottoposte a controlli ieri, domenica 17 maggio, sono state quasi 600 di cui solo due sole sanzionate in base all'articolo 4 del Dpcm n.19 del 25 marzo (ipotesi legate all'inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, in ottemperanza al Dpcm 8 e 9 marzo 2020 e precedentemente collegate all'art. 650 del Codice penale): in sostanza si è trattato di due soggetti che non avevano una valida motivazione per uscire di casa secondo i casi previsti dalla normativa legata all'emergenza.

Controlli e sanzioni: i dati del 16 maggio

Sempre ieri, nessuna persona è stata denunciata per falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale o false dichiarazioni sull'identità propria o altrui (ex art. 495 e 496 Cp), nessuno per la violazione dell'ex. art 260 Rd, che impone il divieto di uscita a chiunque sia risultato positivo al tampone. Una persona è stata denunciata per aver commesso altri reati. Sono stati inoltre controllati 94 esercizi commerciali, tutti risultati in regola con le disposizioni vigenti.

Per l'intera durata dell'emergenza, da metà marzo a oggi, a Lecco e provincia le persone sottoposte a verifiche sono state in totale oltre 68mila, i negozi oltre 25mila. Le sanzioni (alle persone) si sono attestate su 1.986, le false dichiarazioni sull'identità 48, i positivi al Covid-19 sorpresi per strada senza motivazione 11.

Il riepilogo dei dati


 

Giorni prec.

07-mag

08-mag

09-mag

10-mag

11-mag

12-mag

13-mag

14-mag

15-mag

16-mag

17-mag

Totale

Persone controllate

60.558

963

1.045

839

775

554

760

454

595

637

648

597

68.425

Persone sanzionate

1.900

9

14

17

25

2

6

6

1

2

2

2

1.986

Violazioni ex art. 495 e 496 C.P.

48

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

48

Violazioni ex art. 260 rd

11

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

11

Altri reati

45

0

1

0

0

0

0

0

1

0

0

1

48

Arresti

1

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

Esercizi controllati

21.884

453

351

164

165

350

343

451

456

354

264

94

25.329

Violazioni ex. art.4 c.1

7

0

0

0

1

0

0

0

0

0

0

0

8

Chiusura provvisoria attività ex. art.4 c.4

16

0

1

0

0

0

0

0

0

0

0

0

17

Chiusura attività ex. art.4 c.2

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

Sospensione attività ex. art.15

1

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento