rotate-mobile
Notizie

Gli animali? I migliori amici (della salute) dell'uomo. A lezione per curare con loro

Ats Brianza promuove a Lecco un corso propedeutico per Interventi assistiti con gli animali. "Cani, gatti, conigli, asini e cavalli sono alleati preziosi". Un lecchese su 7 ha un amico a 4 zampe

Gli animali? Si confermano i migliori amici dell'uomo, anche sul fronte del benessere e della salute. Non solo i cani, ma anche i cavalli, gli asini, i conigli e i gatti. Lo sa bene Ats Brianza che ha deciso di avviare un corso propedeutico per "Interventi Assistiti con gli Animali (IAA)" nella prospettiva di potenziare anche sul territorio lecchese i servizi legati a quella che è più comunemente nota come pet teraphy. Visti gli ottimi risultati in termini di efficacia delle cure con gli animali, la materia si è evoluta richiedendo una formazione più specifica, nell'ottica di entrare con amici a quattro zampe sempre di più anche in Rsa e centri di cura.

Tre gli incontri in programma per questo primo step di un percorso più lungo e articolato: step aperto a tutti i cittadini in possesso almeno del diploma della scuola dell'obbligo. Si terranno giovedì 10, giovedì 17 novembre e giovedì 1 dicembre presso la sede di Ats Brianza in corso Carlo Alberto a Lecco, dalle ore 9.30 alle 17.30. In cattedra saliranno il dottor Carmelo Scarcella, Direttore generale di Ats Brianza, medici veterinari di Ats Brianza, professori universitari, psicologici e psicoterapeuti.

Scarcella Ats-2

Il dottor Carmelo Scarcella, direttore di Ats Brianza.

"Abbiamo pensato di promuovere questo corso con l'obiettivo di formare nuovi operatori sul territorio, considerata l'ampia possibilità di impiego di queste metodiche educativo terapeutiche - spiega il direttore Scarcella - Quella al via nei prossimi giorni a Lecco è la prima edizione di un percorso di formazione che continuerà anche il prossimo anno per la provincia di Monza".

Gli Interventi Assistiti con gli Animali hanno valenza terapeutica, riabilitativa, educativa e ludico ricreativa e prevedono l'impiego di animali domestici appartenenti alle 5 specie citate e ad altre valutate dal centro di referenza nazionale. I cani sono tra i più utilizzati, ma non ci sono solo loro. Gli asini sono per esempio tra i più "quotati" in quanto più facilmente gestibili, hanno un costo più basso e sono l'ideale per la cura di soggetti con problemi di salute mentale anche perchè in grado di diminuirne l'aggressività.

Dalla socializzazione alle terapie per curare disturbi fisici e cognitivi 

"Questo corso propedeutico fornirà le nozioni base sugli IAA, sulla relazione uomo animale, sugli aspetti deontologici, sulla normativa nazionale e i contenuti delle Linee guida - sottolinea il dottor Diego Perego, direttore Uoc Igiene Urbana Veterinaria - Durante gli incontri verranno approfondite le conoscenze sul ruolo dell'equipe, funzioni e responsabilità delle diverse figure professionali e operatori coinvolti negli IAA, così da favorire lo sviluppo di competenze relazionali e di umanizzazione delle cure da parte degli operatori, valorizzando le loro esperienze nell'ambito di tali interventi".

Tre le tipologie di interventi: 1) Attività assistite con gli animali con finalità ludico creative e di socializzazione; 2) Educazione assistita con gli animali in grado di promuovere e attivare le risorse e le potenzialità di crescita individuale, di relazione e di inserimento sociale; 3) Terapia assistita con gli animali per la cura di disturbi della sfera fisica, neuro e psicomotoria, cognitiva e relazionale.

Galbiati-2

Il dottor Fabrizio Galbiati, direttore del Dipartimento Veterinario.

"La più recente normativa del settore ha voluto mettere dei paletti e definire con più precisione quali operatori e con quali idoneità possono approcciarsi a questa disciplina - ricorda il dottor Fabrizio Galbiati, direttore del Dipartimento Veterinario - Sono tre i livelli per completare questo tipo di formazione, nel corso al via il 10 novembre ci occuperemo in modo specifico del primo".

Dopo le scuole l'obiettivo Rsa

Ats ha già portato gli animali nelle scuole e ora guarda con attenzione a esperienze nelle case di riposo. "Vogliamo potenziare gli interventi assistiti con gli animali sul territorio lecchese - aggiunge Scarcella - Oggi visiteremo un'azienda agricola di Colico che si occupa di questo. Ci piacerebbe che in futuro gli animali possano diventare stanziali in qualche Rsa del territorio. Ad oggi ci sono iniziative solo occasionali. È importante affiancare un animale a una persona anziana, magari permettendo di tenere con sè il proprio amico a quattro zampe durante un periodo di degenza in una casa di riposo. Non è semplice, ma con iniziative come questo corso vogliamo iniziare a creare le condizioni".

Molto significativi in questo senso i dati ricordati infine dal dottor Galbiati: "In provincia di Lecco registriamo oggi una media di un cane posseduto ogni 7 residenti. L'adozione di animali domestici nel nostro territorio è poi in continua crescita, e viaggia su una media del più 5% ogni anno. Numeri significativi dei quali è importante tenere conto".

Iscrizioni e contatti

Le iscrizioni al corso propedeutico devono essere effettuate entro il 21 Ottobre inviando una mail di pre iscrizione a uo.foru@ats-brianza.it. Successivamente i pre-iscritti riceveranno una mail accompagnata dalla scheda di iscrizione ove saranno indicate le modalità di pagamento. La scheda dovrà essere compilata, firmata e restituita all’ufficio formazione. La quota d’iscrizione è 150 euro + iva pari a complessivi 183 euro nel caso di fatturazione a singolo o privato. L’effettuazione del corso è subordinata al raggiungimento di un numero minimo di 15 partecipanti esterni, Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segretaria organizzativa di Ats al numero 0341 482250.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli animali? I migliori amici (della salute) dell'uomo. A lezione per curare con loro

LeccoToday è in caricamento