"Lecco, la mia città": una nuova canzone cantata dai bambini

Il brano è registrato dalle voci bianche della Scuola primaria "Cesare Battisti": un mix di italiano e dialetto con l'omaggio a lago, monti e ai grandi lecchesi

 

Una nuova canzone, dedicata a Lecco, cantata da sole voci bianche. Davvero emozionante il brano registrato dagli alunni della Scuola primaria "Cesare Battisti" di Acquate, dal titolo "La mia città". A comporre la musica, nel 2017, il professor Maurizio Saccà, mentre il testo è stato realizzato da Saccà con le maestre Stefania Valsecchi e Rossana Riva.

Note in allegria dedicate al capoluogo che hanno riscosso il plauso di moltissimi cittadini, tra i quali anche il sindaco Virginio Brivio che l'ha prontamente postata sulla propria pagina Facebook.

«La mia città, quando la guardo m'innamoro, la mia città che non mi annoia neanche un po'», cantano i bambini con grande tenerezza in un ritornello assolutamente orecchiabile. Nei versi della canzone non mancano i riferimenti al lago e ai monti lecchesi, con diverse strofe in dialetto.

Siete curiosi di conoscere il testo integrale? Lo pubblichiamo, proponendovi anche l'audio con il brano. Buon ascolto.

"La mia città" (M. Saccà, R. Riva e S. Valsecchi)

Su quel ramo del lago di Como
che il Manzoni in un romanzo pronunciò
sorge una città capoluogo
là tra i monti, il lago e l'Adda che se ne va
Da una parte il Resegone domina la città
e dall'altra il Matitone vigila di qua
con la Grigna sua maestà che da regina ci fa
quand la Grigna la ga el capel
o ch'el piov o c'el fa bel... bel!

La mia città, quando la guardo m'innamoro 
la mia città che non mi annoia neanche un po'!
Lago e monti fan di te un gran tesoro
la tua bellezza anche Leonardo ispirò
Lecco sei la mia città la la la
Lecco sei la mia città

Sei una bella città di quartieri
da Laorca fino a Chiuso eccoti qua
e sei ricca di tanti sentieri
nel borgo di Pescatori la "Lucia" se ne va
Grandi uomini importanti hanno avuto i natali
Cermenati, Ghislanzoni, Rossi e Stoppani
Caldone, Gerenzone ma c'è anche il Bione
San Nicolò el porta i pom
Sant'Ambros i a fa cos... cos

La mia città, quando la guardo m'innamoro 
la mia città che non mi annoia neanche un po'!
Lago e monti fan di te un gran tesoro
la tua bellezza anche Leonardo ispirò
Lecco sei la mia città la la la
Lecco sei la mia città

Sel ve de costa el fa aposta
Chi vusa pusee la vaca è sua
A fa del bee se sbaglia mai
Zuca melun a la sua stagiun
Pan e nus mangià de spus
Pan e nus mangià de spus

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento