rotate-mobile
Notizie

Risveglio di primavera tra fiori e giardini, l'idea per una gita fuori porta

La rete dei 6 orti botanici della Lombardia, tra scienza e meraviglia. Alcuni si trovano a pochi chilometri dalla provincia di Lecco

L’arrivo della primavera porta con sé nuove occasioni per riscoprire la bellezza della natura che si risveglia dopo i mesi freddi. La nascita delle gemme e lo sbocciare dei fiori colorano di sfumature variopinte anche gli spazi verdi della Rete degli orti botanici della Lombardia, alcuni dei quali si trovano non lontani dalla provincia di Lecco e rappresentano quindi un'ottima occasione per colorata gita fuori porta.

Sono 6 in tutto: l’orto botanico di Brera e l’orto botanico Città Studi a Milano, l’orto botanico di Bergamo Lorenzo Rota, il giardino botanico alpino Rezia di Bormio, l’orto botanico G. E. Ghirardi di Toscolano Maderno (Brescia) e l’orto botanico di Pavia. Per i prossimi giorni di primavera sono state pensate iniziative rivolte a grandi e piccini, con queste location che diventano lo scenario perfetto per ritrovare il contatto con l’elemento naturale, divertirsi all’aria aperta e approfondire, al contempo, l’attività di sperimentazione scientifica portata avanti dagli orti botanici.

Il mezzo secolo dell'orto botanico Lorenzo Rota di Bergamo

"Gli orti e i giardini botanici - afferma Martin Kater, presidente della Rete degli orti botanici della Lombardia - sanno sempre come stupire i visitatori: oasi urbane di biodiversità, ricchi di collezioni e specie vegetali più o meno rare, propongono sempre ai visitatori esperienze immersive nella natura, nella scienza e nella bellezza. Inoltre all’interno dei nostri sei orti botanici ci aspetta una stagione ricca di eventi come, ad esempio, le iniziative per il 250° anniversario dell’orto botanico di Pavia e il 50° dell’orto botanico di Bergamo, Lorenzo Rota. Il consiglio è quello di consultare periodicamente il nostro sito, costantemente aggiornato con tutti gli appuntamenti in programma".

Fioriture: quali e dove vederle

Le fioriture primaverili negli orti botanici della Lombardia stanno regalando una grande varietà di colori e profumi. Presso l’orto botanico di Brera a Milano è possibile ammirare, tra gli altri, l’azzurro vivido dei fiori della brunnera macrophylla, l’arancione acceso della calendula officinalis e il rosa delicato della magnolia x soulangeana. L’orto botanico Città Studi inebria i nasi dei visitatori con il profumo del Rosmarinum officinalis, mentre il berberis acquifolium tintoria tinge di giallo l’ambiente circostante, reso romantico dai ciliegi in fiore.

Lo spettacolo di narcisi e tulipani, un oceano di colori a ridosso del lago

La sezione di Città Alta dell’orto botanico di Bergamo “Lorenzo Rota” stupisce anche i più curiosi con la pianta carnivora sarracenia x stevensii, dalla forma insolita, mentre i tulipani e la vinca major creano un quadro dai colori variopinti. Sfumature di giallo, bianco e azzurro si trovano invece all’Orto botanico di Pavia, grazie ai fiori di narcissus 'Ice follies' e iridodictyum 'Katharine hodgkin'.

Quando visitare gli orti botanici

A Milano, l’Orto botanico di Brera è aperto al pubblico dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 16.30 (dal 1°aprile dalle 10 alle 18), mentre l’Orto botanico Città Studi è aperto da martedì a giovedì dalle 10 alle 17 e il venerdì dalle 10 alle 16. La sezione di Città Alta dell’orto botanico di Bergamo Lorenzo Rota è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17; la sezione di Astino sarà visitabile invece dal 1° aprile, tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. È possibile visitare l’orto botanico di Pavia il sabato e la domenica, dalle 10 alle 18. Infine, l’orto botanico Ghirardi di Toscolano Maderno e il giardino botanico alpino Rezia di Bormio riprenderanno le attività più avanti, con l’arrivo della stagione più calda. Per informazioni, orari e iniziative in programma è possibile consultare il sito www.reteortibotanicilombardia.it e i siti dei singoli orti botanici.

Fiori e colori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risveglio di primavera tra fiori e giardini, l'idea per una gita fuori porta

LeccoToday è in caricamento