rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Notizie Mandello del Lario / Piazza Giuseppe Garibaldi

Una nuotata nelle fredde acque del lago per sensibilizzare sul problema della plastica

Cinque temerari della Squadra nazionale di nuoto in acque gelide hanno affrontato un percorso di 1,5 km a Mandello. In campo le associazioni ambientaliste

Non hanno esitato a tuffarsi nelle gelide acque del lago per una nuotata in nome della sensibilizzazione sull'inquinamento delle plastiche nelle acque.

Sabato mattina Enzo Favoino, coordinatore scientifico di Zero Waste Europe, ha nuotato insieme a Gianfranco Boccia, Cristian Pizzetti, Patrizia Ballabio Luca Santambrogio e Mauro Montanelli - tutti membri della Squadra nazionale di nuoto in acque gelide - dal porticciolo di Piazza Garibaldi sino alla Canottieri Moto Guzzi e ritorno, per un totale di 1,5 km.

La EcoTraversata del febbraio 2018

L'iniziativa - già proposta in passato a Mandello - ha un valore simbolico, hanno spiegato i promotori, per attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sul problema delle plastica abbandonata, in particolar modo nelle acque di mari, laghi e fiumi. A promuoverla le associazioni attive nella tutela dell'ambiente: Rifiuti Zero, 5RZeroSprechi, Legambiente, Greenpeace.

I temerari nuotatori, ai quali non ha fatto paura l'acqua del Lario a circa 8° C e nemmeno l'aria decisamente fredda (con neve a basse quote), sono stati scortati durante il percorso dalle imbarcazioni dell'associazione "Laghèe" di Bellano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuotata nelle fredde acque del lago per sensibilizzare sul problema della plastica

LeccoToday è in caricamento