rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Notizie Pescate

Battelli sul lago tra Pescate e Garlate? "Parliamone. Ma non fa parte del bacino del Lario"

L'ente Navigazione ha risposto all'appello del sindaco De Capitani che stoppa così la sua protesta. Ma non sarà semplice avere il servizio

"La Navigazione di Como ha risposto celermente alla mia lettera e quindi il 20 aprile non mi presenterò da loro con la fascia tricolore". Con queste parole il sindaco di Pescate Dante De Capitani annuncia la scelta di non procedere con la protesta annunciata nei giorni scorsi. La risposta al suo accorato appello per avere battelli di linea è arrivata, e porta la firma del direttore Nicola Oteri. L'ente Navigazione Laghi apre al dialogo, ma spiega che sarà difficile soddisfare la richiesta di De Capitani e del collega Beppe Conti (sindaco della vicina Garlate) di portare le imbarcazioni "pubbliche" nello specchio d'acqua appena a sud di Lecco. De Capitani è comunque soddisfatto di essere stato ascoltato e annuncia che continuerà a insistere per il servizio.

"In merito al servizio pubblico di linea sul lago di Garlate, rispondiamo anche alle affermazioni rilasciate alla stampa locale per fornire un chiarimento completo sulla vicenda - si legge nella lettera scritta dal direttore di esercizio - Come noto la Gestione Governativa Navigazione Laghi, Maggiore, di Garda e di Como effettua il servizio pubblico di navigazione su questi laghi ai sensi della legge 614 del 1957. Per quanto concerne il Lago di Como, la direzione di esercizio Navigazione Lago di Como opera ai sensi della suddetta normativa e della concessione ad uso esclusivo dei pontili, rilasciata annualmente da Regione Lombardia con specifico provvedimento".

Nicola Oteri: "Richiesta legittima. Il lago di Garlate merita rispetto"

Nicola Oteri nella sede della Provincia di Lecco con la presidente Hofmann.

"Il Lago di Garlate, lago della Repubblica Italiana merita giustamente rispetto e considerazione - sottolinea Oteri - Tuttavia l'attivazione di un servizio pubblico di linea non può prescindere da un approfondimento istituzionale, atteso che esso non fa parte del bacino del Lario, ove opera il servizio pubblico di linea prestato dalla Navigazione Lago di Como".

"Ci sono anche problemi tecnici. Pronti a incontrarci per discuterne"

"Inoltre l'accesso al lago di Garlate presuppone delle tratte fluviali - continua l'ente Navigazione Lago di Como - Si segnala inoltre che oltre alle opportune verifiche normative occorre valutare anche quelle tecniche/ambientali come strutture pontili e morfologia fondali. Rendendoci comunque disponibili ad un incontro di approfondimento, si ritiene che il Comune debba coinvolgere oltre al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (di cui l'ente guidato da Oteri fa parte ndr) anche Regione Lombardia, la Provincia di Lecco e l'Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, al fine di definire i contorni normativi di questa legittima richiesta. Rimanendo a disposizione si porgono cordiali saluti".

Il sindaco di Pescate: "Non mi arrendo, incontrerò tutti i soggetti interessati"

E il diretto interessato come l'ha presa? "Naturalmente - precisa comunque De Capitani - sono intenzionato ad andare a fondo alla questione unitamente al sindaco di Garlate per rendere navigabile il nostro tratto di lago e quindi nei prossimi giorni mi confronterò con l'Autorità di bacino del Lario e laghi minori, la Provincia e soprattutto con Regione Lombardia chiedendo sostegno ai nostri tre rappresentanti Mauro Piazza, Gian Mario Fragomeli e Giacomo Zamperini. Ma so già che le difficoltà maggiori le troveremo nella Navigazione nonostante la  disponibilità annunciata nella lettera e nonostante sia Pescate che Garlate abbiano già sul proprio territorio pontili adatti alla navigazione".

"È ora che il lago di Garlate - conclude il sindaco di Pescate - ottenga la considerazione che merita perché nonostante la Navigazione di Como lo annoveri come 'lago della Repubblica che merita rispetto e considerazione' questa considerazione non l'ha mai avuta, ma noi sindaci di questo lago faremo in modo che le cose presto cambino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battelli sul lago tra Pescate e Garlate? "Parliamone. Ma non fa parte del bacino del Lario"

LeccoToday è in caricamento