menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Lafranconi (Foto Bonacina/LeccoToday)

Andrea Lafranconi (Foto Bonacina/LeccoToday)

Giovane della Calcio Lecco aggredito a Mandello. Lafranconi (Resp. SG): «Gesto grave, da condannare»

Il Responsabile delle giovanili blucelesti: «Il Mandello si è attivato per porgere le sue scuse e ricomporre la situazione»

Arriva anche la parola della Calcio Lecco 1912 sul caso del giovane Allievo aggredito domenica mattina.

Come ricorderete, un giovane tesserato bluceleste è stato aggredito durante la gara disputata contro il Mandello. A commettere il fatto, che potrebbe anche andare per vie legali, un dirigente della squadra di casa, il cui gesto è stato stigmatizzato dalla stessa Polisportiva.

A poco meno di 48 ore dal fattaccio sulla vicenda si esprime anche Andrea Lafranconi, Responsabile del Settore Giovanile della Calcio Lecco 1912, che, da noi direttamente contattato, ha commentato con una nota la triste vicenda.

Lafranconi sul caso dell’Allievo aggredito

In merito al deplorevole ed inaccettabile fatto accaduto Domenica 25 Marzo durante la partita della Categoria Allievi tra Pol. Mandello e Calcio Lecco 1912, che ha avuto grande eco sulla stampa cartacea e on-line di Lecco e Provincia, in qualità di Responsabile del Settore Giovanile bluceleste condanno fermamente quanto accaduto nei confronti di un nostro tesserato.

In quanto non fisicamente presente al momento del fatto non ritengo comunque corretto, vista la gravità dell’accaduto, trarre drastiche e affrettate conclusioni.

In qualità di Responsabile del Settore Giovanile, sto cercato di ricomporre con esattezza quanto accaduto sul terreno di gioco, interpellando e ascoltando le versioni delle parti coinvolte e dei presenti, oltre che i rappresentanti della Polisportiva Mandello, impegnatisi per aiutarmi a ricostruire i fatti nella maniera più dettagliata possibile.

Ritengo che quanto verificatosi sia molto grave e da condannare nella maniera più assoluta, a maggior ragione perchè ha visto il coinvolgimento di un atleta minorenne e di una figura adulta, che dovrebbe essere punto di riferimento oltre che un educatore dei suoi stessi atleti.

Con la presente comunico altresì che la Polisportiva Mandello si è già attivata per chiarire la situazione e per porre le sue scuse al tesserato suo malgrado coinvolto.

Farò il possibile affinché i soggetti coinvolti s’incontrino e dialoghino in maniera pacifica, cercando di trovare una soluzione civile, col fine di riportare la serenità in un ambiente troppo esasperato e carico di tensioni superflue com’è quello del calcio, per preservare il buono di questo sport e, ancor più, per i ragazzi che quotidianamente scendono sui campi da calcio.

Andrea Lafranconi
Responsabile Settore Giovanile Calcio Lecco 1912 S.r.l.

Leggi la notizia su www.leccochannelnews.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento