rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
La novità / Pescarenico / Via Buozzi Bruno

Bione: vecchia gestione e nuove tariffe. Il Comune accetta: saranno più alte

Palazzo Bovara ha accolto la proposta di In Sport: i costi energetici portano all'aumento

La gestione del centro sportivo "Al Bione" è stata affidata nuovamente a In Sport. Niente di nuovo nella nota inviata nel pomeriggio di martedì 23 agosto dal Comune di Lecco, almeno fino alla metà della stessa. “Per garantire questo servizio pubblico alla cittadinanza - si legge -, la Giunta comunale di Lecco ha stabilito di autorizzare l’affidamento in proroga per il periodo dal 1° settembre 2022 al 31 agosto 2024 della gestione in concessione del Centro sportivo comunale all’attuale gestore”, ovvero In Sport s.r.l. s.s.d.

"Bione": tariffe più care per utenti e società

La novità, piuttosto, arriva nel secondo paragrafo: “Allo stesso tempo, a causa dell’aumento dei costi generali di luce e gas che impatterà fortemente sui costi di gestione degli impianti sportivi, la Giunta comunale ha accolto la proposta del gestore di aumentare alcune tariffe del centro sportivo fra il 5 e il 10%. Nelle prossime settimane il Comune di Lecco, rappresentato dall’assessore allo Sport Emanuele Torri, incontrerà le associazioni e le società sportive che frequentano il centro sportivo “Al Bione” per confrontarsi sulle loro esigenze e sulle prospettive future del centro comunale”.

Spulciando la proposta presentata dal gestore alla Giunta Gattinoni, che l'ha approvata nella giornata odierna, gli aumenti riguarderanno vari servizi:

  • allenamento serale con illuminazione tariffa oraria campo 1 per le società di Lecco e fuori Lecco;
  • allenamento diurno tariffa oraria campo 1 per entrambe;
  • gara campo 3 per entrambe;
  • gara campo 1 diurna per entrambe;
  • gara serale con illuminazione campo 1;
  • partite, allenamenti diurni e serali su entrambi campi da rugby;
  • tariffe orarie relative all'utilizzo dei campi da tennis;
  • allenamenti e manifestazioni che necessitano dell'utilizzo delle piste di atletica, marciapodismo e rotellismo, anche per quanto riguarda gli atleti della società affiliate alle federazioni;
  • utilizzo del palazzetto dello sport per allenamenti e partite;
  • costi dei corsi di yoga, arti marziali, ballo, etc...;
  • ingressi alla piscina, sia per adulti che per quanto riguarda i ragazzi, pacchetti famiglia compresi;
  • corsi di nuoto;
  • tariffe per le società sportive affiliate Fin-Fipsas (10 atleti per corsia per ora);
  • costi di tutti i corsi di ginnastica in acqua;
  • tariffe piscina open (differenza per nuoto libero in aggiunta alla ginnastica in acqua);
  • tariffe campus multidisciplinare estivo.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bione: vecchia gestione e nuove tariffe. Il Comune accetta: saranno più alte

LeccoToday è in caricamento