rotate-mobile
Sport

Calcio Lecco, che futuro dopo Seregno? I tifosi si mobilitano

La gara del "Ferruccio" rischia di essere l'ultima di una storia centenaria

Una storia centenaria, tre campionati di Serie A, svariate stagioni nei professionisti, intere generazioni di innamorati. E' il patrimonio che si portano dietro i 104 anni di vita della Calcio Lecco 1912, che domani domenica pomeriggio al "Ferruccio" di Seregno potrebbe scendere in campo per l'ultima volta.

La società bluceleste, dopo il rinviogiovedì mattina discuterà l'istanza di fallimento presentata da Marco Mancinelli: una situazione diventata quasi unidirezionale, visto che nessun "salvatore della patria" si è palesato oppure è all'orizzonte. Salvo colpi di scena non preventivabili, il Tribunale di Lecco decreterà la morte giuridica della società. E lì si aprirà la partita più intricata: l'esercizio provvisorio è un'ipotesi concreta ma non scontata e se non venisse assegnato la Lega Nazionale Dilettanti potrebbe propendere per l'eclusione dal campionato in corso.

Una possibilità non lontana, che sicuramente condizionerà il rendimento anche sul campo brianzolo, dove mancheranno i partiti Crocetti, Rigamonti, Matic e Guitto, ma ci saranno ancora capitan Cardinio, recupero permettendo e prima del possibile trasferimento a Renate, e Donnarumma, chiesto insistentemente dal Mestre.

Dopodichè, i cuori torneranno a palpitare come non accade da molto tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Lecco, che futuro dopo Seregno? I tifosi si mobilitano

LeccoToday è in caricamento