rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Calcio Castello / Via Don Giuseppe Pozzi, 6

Il Lecco sbatte sulla Pro Vercelli, i Di Nunno annunciano nuove cessioni

I blucelesti conquistano un buon punto alla ripresa del campionato, ma a preoccupare sono le parole della proprietà: Iocolano dato per certo alla Juventus U23

Tempo di ennesimo terremoto all'ombra del Resegone. Austerità è la parola chiave che riassume il non troppo lungo discorso fatto da Paolo Leonardo e Cristian Paolo Di Nunno, rispettivamente amministratore delegato, oltre che patron, e presidente della Calcio Lecco 1912. Ormai è data per scontata la cessione di Simone Iocolano, che seguirà quella di Ferdinando Mastroianni, passato al Fiorenzuola, e dovrebbe trainare quelle di Filippo Lora, che non andrà, per motivi diversi, nè all’Ancona Matelica, nè al Legnago, nè al Grosseto, ed Ermes Purro. Se non è una smobilitazione, poco ci manca: alla fine tornerà utile l’aver irrobustito le file nella parte finale del mercato di agosto, anche se è palese la necessità di dare a mister Luciano De Paola una punta strutturata, in grado di far salire la squadra e dare più libertà ai brevilinei che gli graviteranno intorno. Il tecnico ha messo il nome di Filippo Scardina della Pergolettese in cima alla propria lista delle priorità, sia per una questione di gradimento tecnico che di costi, gli stessi che hanno bloccato sul nascere le trattative per arrivare ad Andrea Bianchimano e Manuel Sarao, che avevano dato il loro assenso di massima al trasferimento in bluceleste. Confermata, invece, l’operazione con la Ternana per arrivare a Gian Marco Nesta, probabilmente a titolo definitivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecco sbatte sulla Pro Vercelli, i Di Nunno annunciano nuove cessioni

LeccoToday è in caricamento