menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Martino Goretti, primo da sinistra, sul podio di Long Beach

Martino Goretti, primo da sinistra, sul podio di Long Beach

Martino Goretti non finisce mai: argento al Mondiale di indoor rowing

Il 33enne mandellese si piazza secondo nella prova iridata con il remoergometro, alle spalle del tedesco Osborne. «Non ho metabolizzato il fuso orario di 9 ore, ma ho perso da un campione»

Martino Goretti non finisce mai. A Mandello c'è grande entusiasmo per l'ennesima perla della carriera di questo formidabile atleta, che ha aggiunto un argento mondiale alle sette medaglie conquistate in acqua e alle quattro agli Europei.

Il 33enne cresciuto alla scuola di Giuseppe Moioli alla Canottieri Moto Guzzi ha conquistato il secondo posto al Mondiale Indoor rowing (il canottaggio col remoergometro) di Long Beach tra i Pesi leggeri alle spalle del campione del mondo in carica, il tedesco Jason Osborne (6'07"5) che lo ha staccato di 3"20. Una gara tiratissima, nella quale Goretti ha però messo dietro l'americano Alex Twist, terzo con 6'19"2.

Europei di canottaggio: Panizza oro, Goretti argento

«La gara non è andata benissimo perché non ho metabolizzato tutto il fuso orario di 9 ore rispetto all'Italia, e io puntavo a stare sotto i 6.08 - ha spiegato Goretti dal sito della Federazione italiana canottaggio - Parlando con Jason Osborne, che ha vinto, lui puntava invece a fare 6.03 che è il suo tempo. Siamo partiti tutti e due bene anche se c'è stato un po' di ritardo sui remoergometri, probabilmente per un problema nel collegamento, e quindi già la media era alta. La gara è stata abbastanza regolare, però sicuramente non ho stabilito il tempo che mi aspettavo. Comunque va bene anche il secondo posto che mi soddisfa perché conquistato in un campionato del mondo e alle spalle di un avversario tra i più forti».

«Grazie alle Fiamme Oro e alla Federazione»

«Sicuramente a Copenaghen, nell'Europeo che ho vinto, stavo un po' meglio sia per il fatto del fuso orario sia fisicamente. Ringrazio il mio allenatore sul campo che mi ha seguito e ringrazio le Fiamme Oro che mi hanno permesso di venire qua perché effettivamente io rappresento l'Italia, come atleta, però ho gareggiato con i colori delle Fiamme Oro. Un grazie, quindi, al Comandante Stefano Schivo, al direttore tecnico Valer Molea e al mio allenatore Fabrizio Gabriele per l'opportunità che mi hanno dato di partecipare al Mondiale. Adesso inizio la stagione in barca e vediamo. L'obiettivo come sempre è riuscire a fare il singolo ancora al Mondiale».

La competizione iridata si svolgerà alla fine di agosto a Linz, in Austria, occasione che sarà valida inoltre come qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento