menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sconfitta amara contro Manerbio per la Carpe Diem Calolzio

Ieri sera, sabato 12 ottobre al PalaRavasio, la Carpe Diem Calolzio ha subito la seconda sconfitta consecutiva da parte della forte compagine del Manerbio basket.

CarpeDiem Calolzio - Manerbio: 59 - 79

CarpeDiem Calolzio: Motta, Paduano 2, Meroni 10 e 12 rimbalzi, Brambilla, Milan 6, Corbetta 15, Cesana 8, Giacchetta 2 , Floreano 2 , Bassani 13 punti e 13 rimbalzi.

Manerbio: Garofalo 3, Ndiaye 20, Moreno 21, Nava, Marchetti 12, Basola, Denti 2, Speronello 20, Fontana 1, Bodini.

Purtroppo la tanto attesa risposta alla debacle nel derby non c'è stata. Ancora una volta la squadra ha denotato una certa mancanza di carattere nei momenti decisivi.

Il primo quarto è stato equilibrato ma con difese allegre da entrambe le parti e il 23 a 20 dei primi 10 minuti è emblematico. Manerbio ha inizio secondo quarto piazza il primo allungo con un ispirato Speronello (17 punti per lui al 20minuto) mentre la Carpe Diem assisteva inerte caricandosi ben presto di falli.

Saliva in cattedra anche il temuto play degli ospiti, l'argentino Moreno, con tre dardi dalla lunghissima distanza e a metà tempo il punteggio era 42 a 31 per gli ospiti.

Finalmente nel terzo quarto si vedeva la Carpe Diem che vorremmo sempre: grintosa e  determinata recuperava gran parte dello svantaggio con Milan,Corbetta e Meroni sugli scudi, fino al 53 a 51 al suono della terza sirena.

Ancora a inizio quarto tempo Calolzio si manteneva in scia e per ben tre volte aveva la palla del sorpasso e falliva le occasioni perdendo i palloni prima di tirare a canestro. A questo punto l'inerzia girava inesorabilmente, Ndiaye colpiva ripetutamente in contropiede e la partita di fatto si concludeva e inutili erano i minuti finali , come un pò troppo pesante per Calolzio appare il distacco finale di 20 punti (79 - 59).

Al termine della gara un amareggiato coach Pasqua si rammaricava soprattutto della mancanza di spirito di reazione della sua squadra, "Alla prima spallata degli avversari ci siamo disuniti, e non siamo più riusciti a fare il nostro gioco, cercando soluzioni estemporanee in attacco e disunendoci ulteriormente in difesa, condizione questa che non ci possiamo permettere contro nessun avversario".

Tra i singoli da citare un Meroni in timida ripresa mentre Bassani è stato presto limitato dai falli. Adesso la Carpe Diem Calolzio, nel turno infrasettimanale di Mercoledì 15 Ottobre, è attesa dalla trasferta molto difficile di Basiglio contro Milano3, una tra le candidate alla vittoria finale in questo molto competitivo girone di serie C nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento