menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pietro Radaelli, coordinatore del Pd Abbadia-Mandello

Pietro Radaelli, coordinatore del Pd Abbadia-Mandello

Anche ad Abbadia e Mandello scatta la raccolta firme antifascista

Il Circolo Pd aderisce all'iniziativa promossa dal sindaco di Stazzema e dall'Anagrafe antifascista in merito alla legge di iniziativa popolare contro la propaganda. Ecco dove e quando si potrà firmare

Il Circolo Pd di Abbadia e Mandello aderisce all'iniziativa promossa dal sindaco di Stazzema e dall'Anagrafe antifascista in merito alla legge di iniziativa popolare contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo.

Nei due comuni è stata dunque attivata la raccolta firme. «L'antifascismo è valore fondante per tutta la comunità democratica e crediamo che aderire con grande partecipazione a questa proposta sia un dovere civico per ogni cittadino che si riconosce nella Costituzione - spiegano dal Circolo - Purtroppo non possiamo pensare che l'ideologia fascista sia qualcosa di lontano dalla quotidianità, essendo ancora tristemente viva anche nel nostro territorio. È infatti notizia di questi giorni la comparsa di minacce di morte di stampo fascista nei confronti del Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, a cui va la nostra completa solidarietà».

Minacce al sindaco Gattinoni: «Non ho voluto dare troppo peso. Grazie per la solidarietà»

La sezione, coordinata da Pietro Radaelli, ha così deciso di offrire il proprio contributo alla proposta raccogliendo frime tra i cittadini di Abbadia e Mandello senza rendere necessario prendere appuntamento in Comune. «Potranno trovarci sabato 6 marzo dalle 9 alle 12 in Piazza Leonardo da Vinci a Mandello, domenica 7 marzo dalle 9 alle 12 in Piazza Carlo Guzzi ad Abbadia e lunedì 8 marzo dalle 9 alle 12 all'entrata del mercato di Mandello (Via Medaglie Olimpiche Mandellesi). Convinti che il fascismo non sia un'opinione bensì un reato, vi aspettiamo numerosi».

La proposta di legge

La proposta di legge di iniziativa popolare è stata lanciata lo scorso 19 ottobre 2020, con il deposito della proposta in Cassazione da parte del Comitato promote presieduto dal sindaco di Stazzema Maurizio Verona. La scadenza è fissata al 31 marzo 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento