menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

150 ragazzi danno vita alla scritta "112" visibile dal cielo

Gli studenti delle superiori indosseranno una maglietta rossa con il logo del Numero unico dell'emergenza, componendolo con i loro corpi circondati dalle forze dell'ordine e di soccorso

Un'enorme scritta, 112, visibile dal cielo. Lunedì mattina, in piazza Città di Lombardia (sede Regione Lombardia) a Milano si terrà un evento speciale: 150 ragazzi delle superiori, tutti con indossata una maglietta rossa con il logo del Numero unico dell'emergenza 112, comporranno con i loro corpi il numero 112.

Intorno a loro, in una sorta di cornice, ci saranno i mezzi e gli uomini di Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Soccorso sanitario, ovvero le Amministrazioni di secondo livello cui l'112 fa riferimento.

Infortunio sul lavoro: amputazione di due dita per un 34enne

La "composizione" verrà ripresa con l'utilizzo dei droni in modo da realizzare uno spot sul Numero unico che sarà inviato al Ministero dell'Interno per essere valutato come possibile spot nazionale del Numero unico dell'emergenza.

Alle riprese sarà dedicata l'intera mattinata, a iniziare dalle ore 8. Verso le ore 10 sono previsti i saluti e i ringraziamenti ai partecipanti da parte del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e dell'assessore al Welfare Giulio Gallera.

I numeri del 2018

Nel 2018, i tempi medi di attesa alla prima risposta da parte dell'operatore del 112 sono stati di 4,2 secondi (Centrale unica di risposta Milano), 3,7 secondi (Cur varese), 3 secondi (Cur Brescia). Il dato medio nazionale registrato è di 6,3 secondi.

I dati lombardi rispecchiano grosso modo quelli nazionali: il 23,18% delle chiamte sono state inoltrate a Carabinieri, il 15,16% a Polizia, il 7,75% a Vigili del fuoco, il 57,72% al soccorso sanitario, l'1,19% alla Polizia locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento