Attualità Colico

Centro diurno integrato e ambulatorio riabilitazione, Colico di tutti: «Concluderemo il progetto»

L'interruzione dei lavori nel 2011. «La proprietà, oggi abbandonata, è del Comune. Basterebbero 600mila euro per terminare un'opera fondamentale per gli anziani»

"Colico di tutti" porta all'attenzione della cittadinanza colichese un'altra opera pubblica a suo dire disattesa e di enorme importanza per i benefici sociali che essa comporterebbe in favore di anziani e fasce fragili della  comunità.

«Parliamo del Cdi (Centro diurno integrato) e Sra (Servizio riabilitativo ambulatoriale) sito in via Nazionale Sud di fronte alla Stazione Ferroviaria di Piona - spiegano - L'opera, avviata all'inizio degli anni 2000 dall'allora amministrazione, prevedeva la concessione a titolo gratuito a una società di buona parte del terreno per un intervento di edilizia residenziale convenzionata, a fronte dell'impegno a realizzare gratuitamente per il comune il Centro diurno per anziani e gli ambulatori di riabilitazione. Nel 2011 a seguito del fallimento della società, si è avuta l'interruzione definitiva dei lavori. A oggi tutta l'area è tornata nella disponibilità del Comune di Colico, compresa la palazzina residenziale retrostante, anch'essa incompiuta, e l'annesso terreno».

Monica Gilardi si ricandida sindaco di Colico: «Esempio di buona amministrazione»

La scorsa Amministrazione comunale, dopo lunghe trattative con il Tribunale fallimentare di Milano, era riuscita a riacquistare l'intera area per una cifra modica, pagata poi dall'attuale Amministrazione che nel frattempo si era insediata. «Questa poi - prosegue il gruppo "Colico di tutti" - non ha voluto concludere i lavori per un progetto fondamentale per gli anziani e per le fasce più fragili della popolazione. L'edificio, completato al 60% circa, è oggi in stato di abbandono e di degrado. Il suo completamento costerebbe 600mila euro secondo il preventivo redatto nel 2014, somma assolutamente nella disponibilità dell'Amministrazione uscente, se solo avesse voluto dedicare risorse in questa direzione, contenendo i costi eccessivi per altre opere, quali l'ex area Cariboni, costata ai cittadini oltre 2 milioni di euro. Un intervento di maquillage utile a livello d'immagine, ma dai costi così elevati da ridurre inevitabilmente gli investimenti per altre opere, come i servizi per le fasce deboli della popolazione».

«Salvaguarderemo il terreno sottratto al cemento»

«Colico di tutti si impegnerà a portare a termine l'intero progetto e a valutare idonea destinazione anche per l'edificio precedentemente destinato a edilizia convenzionata e ora di proprietà del Comune, per una sua trasformazione in Casa di riposo o Rsa, presidio che manca in paese. Colico di Tutti salvaguarderà inoltre il terreno sottratto al cemento, che potrà essere destinato in parte ai bisogni delle rinnovate strutture e in parte a parco giochi per i residenti della frazione di Laghetto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro diurno integrato e ambulatorio riabilitazione, Colico di tutti: «Concluderemo il progetto»

LeccoToday è in caricamento