rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità Mandello del Lario

Celebrazione a Mandello con oltre 300 Copti

Nel comune del lago si è tenuto un raduno di fedeli della comunità cristiana di origine egiziana. Tante famiglie e giovani sono arrivati da Milano e dintorni per i riti religiosi e per momenti di gioco e aggregazione

Inizia dopo il Concilio Ecumenico Vaticano II con l'incontro di Papa Paolo VI e Shenuda III, pontefice della chiesa cristiano copta, il cammino che porterà le rispettive comunità a un costruttivo confronto sulle diverse identità. Percorso che oggi continua con il papato di Francesco a trovare nelle diversità di credo punti di unione e crescita.

Nel giorno dedicato a tutti i Santi, a livello locale Mandello del Lario ha ospitato una giornata di spiritualità vissuta da un gruppo di oltre 300 persone di nazionalità egiziana, ospiti nella chiesa di San Giuseppe e presso l'oratorio di San Lorenzo, su invito di don Giuliano Zanotta responsabile della comunità pastorale locale. I copti sono i diretti discendenti degli antichi Egizi ai tempi dei faraoni. In realtà copto significa egiziano e deriva dalla parola greca Aigyptos.

I cristiani di questa comunità reliogiosa sono convenuti sul lago da Milano e provincia distribuiti su tre autobus e mezzi privati. Accompagnati dai monaci legati al Monastero Anba Shenuda ubicato a Mettone di Lacchiarella hanno assistito alla messa di rito copto, al mattino presso il sacro edificio dedicato a San Giuseppe in località “quattro ruote” e il pomeriggio presso la sala don Beretta dell'oratorio, per la parte ludica. I ragazzini si sono anche sfidati in una partita di calcio.

Una giornata indimenticabile per questi fedeli cristiani discendenti da una chiesa di antica tradizione. Fondata in Egitto nel I secolo, con la predicazione di San Marco evangelista. (Si ringrazia Alberto Bottani per foto e collaborazione)

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazione a Mandello con oltre 300 Copti

LeccoToday è in caricamento