Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

La provincia di Lecco è in zona gialla: ecco cosa si potrà fare

Oggi, domenica 13 dicembre, cambio di colore in Lombardia. Le principali novità riguardano gli spostamenti fra comuni, riaperti bar e ristoranti

Oggi, domenica 13 dicembre, la Lombardia diventa zona gialla, come disposto da Regione Lombardia in base agli ultimi parametri relativi all'epidemia da Coronavirus. Anche in provincia di Lecco dunque riaprono bar e ristoranti, ci si potrà muovere da un comune all'altro. Riportiamo i principali cambiamenti rispetto alla zona arancione.

Cosa cambia tra zona arancione e zona gialla

Spostamenti

Spostarsi fuori dal proprio Comune non sarà più vietato, né si dovrà più portare con sé un'autocertificazione quando ci si muove. Rimane però in vigore il coprifuoco: gli spostamenti sono consentiti solo dalle 5 alle 22. Durante il coprifuoco ci si può spostare solo per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Rimane comunque la raccomandazione di limitare i propri spostamenti a quelli necessari.

Nel periodo dal 21 dicembre 6 gennaio, però, come stabilito dall'ultimo Dpcm, sono vietati tutti gli spostamenti tra Regioni anche per raggiungere le seconde case. «A Natale, Santo Stefano e primo gennaio - come ha annunciato il premier Giuseppe Conte - sono anche vietati gli spostamenti da un comune all'altro».

La notizia anche su Milano Today

Il transito nelle aree rosse o arancioni - come specificato nelle Faq del governo - è consentito liberamente (dalle 5 alle 22) se si è diretti in altri territori che si trovino in zona gialla, senza necessità di motivazione. È  invece possibile raggiungere una zona rossa o arancione solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Negozi, ristoranti e centri commerciali

I negozi, già riaperti con il passaggio a zona arancione, rimangono naturalmente in attività. La grossa novità riguarda invece bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie che potranno finalmente riaprire, ma soltanto dalle 5 alle 18 (possibile effettuare il servizio di asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario). Restano chiusi invece nei giorni festivi e prefestivie medie e grandi strutture di vendita, gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali e dei mercati ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari e punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Trasporti, scuola, sport e cultura?

Sui mezzi pubblici ci continua a viaggiare con il 50% di capienza (ad eccezione dei trasporti scolastici). Nelle scuole superiori e professionali la didattica continuerà ad essere a distanza fino al 7 gennaio, data a partire dalla quale, come stabilito dal "Dpcm Natale", queste scuole potranno riaprire. Ancora chiuse anche le università; mentre rimangono ovviamente aperte tutte le altre scuole di ordine e grado. Anche in zona gialla mostre e musei restano inaccessibili. Restano chiusi, inoltre, anche cinema, teatri, centri ricreativi e sociali, palestre, piscine, sale giochi, sale scommesse, bingo. Riaprono i centri sportivi dove però è consentito allenarsi solo all'aperto e rispettando il distanziamento (rimane vietato lo sport di contatto).

Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

Il riassunto

SPOSTAMENTI

Sono sempre consentiti gli spostamenti dalle 5 alle 22 all’interno della propria regione e verso altre in zona gialla.

RISTORAZIONE

Riaprono i luoghi della ristorazione dalle 5 alle 18. L’asporto è consentito fino alle 22, la consegna a domicilio rimane senza restrizioni.

CENTRI COMMERCIALI E NEGOZI AL DETTAGLIO

  • Chiusi centri commerciali e strutture assimilabili nei giorni festivi e prefestivi, tranne che farmacie, parafarmacie, generi alimentari, edicole e tabacchi;
  • fino al 6 gennaio i negozi al dettaglio possono prolungare l’orario di apertura fino alle 21.

ATTIVITÀ SPORTIVE

Consentito svolgere attività sportiva anche al di fuori del proprio Comune di residenza.

FESTIVITÀ

  • Vietati gli spostamenti in altre regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio
  • Vietati gli spostamenti nei comuni il 25 dicembre e 26 dicembre.
  • Vietati gli spostamenti dalle ore 22 del 31 dicembre alle ore 7 del 1° gennaio.
  • Sempre consentito il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza

Restano sospese:

  • Mostre, musei e altri luoghi della cultura.
  • Sale giochi, sale scommesse e bingo e slot machine.

Confermate le limitazioni per:

  • parchi tematici e di divertimento
  • attività di palestre, piscine, centri benessere e centri termali
  • convegni, congressi e altri eventi previsti in presenza
  • sagre e fiere sia locali che nazionali
  • sale da ballo, discoteche o locali simili.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La provincia di Lecco è in zona gialla: ecco cosa si potrà fare

LeccoToday è in caricamento