«Chi passeggia è da denunciare, ma dei miasmi di Mandello nessuno si preoccupa?»

Flavio Angeli, cittadino, sulla situazione che si vive in paese: «Esistono cittadini di Serie A e di Serie B?»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Mentre il Sign. sindaco Fasoli, giustamente, continua nell’annuncio di chiedere alla gente di stare in casa, una ditta, da tempo sotto l'occhio del ciclone per miasmi, odori e su cui restano molte perplessità della tossicità dei fumi e odori, riprende tranquillamente una parte del suo ciclo produttivo. Non sembra tutto questo molto logico e a tutela della salute pubblica, soprattutto in un momento delicato come questo.  

  • Quale motivazione di essenzialità questa ditta ha propugnato alle istituzioni prefettizie per riprendere il suo ciclo produttivo?
  • Siamo sicuri che tutto sia in regola?
  • Siamo certi che sia produzione essenziale?  
  • Siamo certi che all'interno vengano utilizzati tutti i DPI necessari?

A fronte poi delle dichiarazioni sul bollettino del Sindaco che denunciava, nel bollettino del 7 aprile 2020, come i possibili casi infetti nel comune si aggirano sulle potenziali 100 unità, e comparando il fatto che la malattia si dirada più velocemente con l'inquinamento, non sembra che forse sia accellerato un po' troppo e non prestata la massima attenzione alla tutela della salute pubblica? 

Visto che si dichiara anche di non uscire nemmeno i 200 metri consentiti dal decreto, per non creare assembramento, di limitare le uscite ecc…. 

Oppure si è celeri nel denunciare, non in flagranza, ma il giorno successivo, chi siede su una panchina o chi gira in bicicletta. Non si mette in discussione che chi viola le regole sia giusto sanzionarlo, ma è doveroso da cittadino domandarsi:

  • Esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B?
  • Una passeggiata nei 200 metri consentiti dal decreto è più dannosa che i miasmi o altre sostanze ignote che fuoriescono da una fabbrica?

I cittadini, gli italiani, stanno dando una dimostrazione di disciplina, nel rispettare le regole, a tutela della salute e sarebbe opportuno che anche chi ha un profitto economico, per il momento tralasci il vil denaro e pensi alla salute pubblica. 

Sono certo che la maggioranza dei cittadini preferisca stare un periodo con le pezze sul sedere ma vivi che in un ospedale intubati o addirittura all’altro mondo per quattro soldi e per la volontà di arricchirsi di pochi.  

Cordiali saluti
Flavio Angeli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento