menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'azienda lombarda che produrrà il vaccino russo Sputnik

L'accordo tra Adienne Srl, succursale dell'omonima multinazionale svizzera, e il fondo russo proprietario del brevetto del vaccino

Potrebbe essere la Lombardia il primo luogo di produzione europeo del vaccino russo anti Covid Sputnik V. E' il risultato di un accordo tra Adienne Pharma&Biotech, azienda farmaceutica con sede principale a Lugano, in Svizzera, e il fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif), che ha la titolarità del brevetto del vaccino realizzato dall'istituto di ricerche russo Gamaleya, di proprietà dello Stato. 

La stipula dell'accordo viene riferita dalla Camera di commercio italo-russa e prevede la produzione del vaccino Sputnik V presso la società italiana Adienne Srl di Caponago (Monza e Brianza), parte della holding svizzera. Secondo quanto riportato, la produzione del vaccino in Lombardia dovrebbe essere avviata nel mese di luglio 2021.

Si tratta della prima firma di un accordo del genere in Europa. La richiesta di autorizzazione del vaccino russo da parte dell'Ema (l'agenzia europea del farmaco) era partita dalla R-Pharm Germany GmbH, filiale tedesca della casa farmaceutica russa R-Pharm. La valutazione di Sputnik da parte di Ema è già stata avviata. L'agenzia europea del farmaco acquisirà le cartelle cliniche dei volontari a cui è stato inoculato il vaccino ed effettuerà sopralluoghi nel centro di produzione russo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento