Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità Via Isidoro Calloni

Italia per l'Armenia: raccolta fondi a quota cinquemila euro. «L'amicizia si rafforza»

L'associazione "Amici Lecco-Vanadzor Italia Armenia" prosegue con la propria iniziativa

La visita degli insegnanti armeni a febbraio 2020

Prosegue la raccolta fondi in favore del popolo armeno. L'iniziativa lanciata a dicembre 2020 dall'associazione "Amici Lecco-Vanadzor Italia Armenia" con sede in Via Calloni a Lecco, alla Cooperativa Libero Pensiero di Rancio, ha lo scopo è portare all'attenzione la drammatica condizione nella quale il popolo armeno si dibatte dopo l'aggressione subita dall'esercito azero, che ha causato morti e feriti e oltre 110mila profughi. «La raccolta fondi durerà sino a fine anno, al momento si è superata la somma di cinquemila euro».

«25 aprile e 1 maggio sono due appuntamenti significativi della storia antifascista della Repubblica Italiana con la Festa Internazionale dei Lavoratori che festeggeremo ancora  dalle nostre abitazioni, invece che dalle Piazze d’Italia e del Mondo - spiega l'associazione -. È un “sacrificio ragionato” in attesa che la vaccinazione generalizzata della popolazione sconfigga la pandemia del Covid-19. Molti sono i pensieri e i ricordi che tornano alla mente e compensano la mancanza di contatti e relazioni con le persone a noi più vicine e le vicende che sempre ci hanno animati, stimolati nel nostro essere cittadini del mondo. Molti sono i pericoli che incombono, non solo sanitari ed economici, che possono mettere a repentaglio anche la nostra convivenza e coesistenza pacifica, ci preoccupa l’inasprimento delle relazioni Internazionali, le volute provocazioni e lo spiegamento massivo di truppe militari».

Lecco-Vanadzor, legame rinsaldato: ospitata in città una delegazione d'insegnanti armeni

L'associazione ribadisce l'appello: «Tra le molte crisi aperte, noi vogliamo rinnovare la nostra vicinanza al popolo ed agli amici Armeni che hanno subito una pesante sconfitta dall’aggressione militare dal vicino Azerbaijan. Abbiamo scelto e proposto alla cittadinanza di condividere un progetto di solidarietà con una raccolta fondi da devolvere alla ricostruzione di una loro scuola per gli amici di Vanadzor. Sempre in questa città, colpita dal terremoto del 7 dicembre 1988, inaugurammo l’anno successivo una scuola elementare, grazie al contributo volontario con un’ora di lavoro, sostenuto dalle Associazioni Sindacali ed Imprenditoriali, da allora il mondo è cambiato, ma non l’amicizia che in questi ultimi anni si è rafforzata tra studenti lecchesi e di Vanadzor».

Raccolta fondi per l'Armenia: come partecipare

 La Fondazione Comunitaria del Lecchese è stata incaricata alla raccolta dei fondi, versati al Codice IBAN: IT 28 Z030 6909 6061 0000 0003 286  verrà rilasciato alle persone fisiche e giuridiche, un attestato per i vantaggi fiscali previsti. «Siamo contenti di questa nostra scelta in un momento difficile per tutti, per avere offerto l’opportunità di fare uscire la parte migliore di ciascuno di noi, del resto gli amici migliori si distinguono proprio nei momenti più difficili. La coesistenza e la pace si realizza con la cooperazione e l’interscambio, con l’apertura a chi ha cultura e religioni diverse è questo il messaggio che offriamo ai giovani alle Scuole al modo del lavoro e delle Istituzioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia per l'Armenia: raccolta fondi a quota cinquemila euro. «L'amicizia si rafforza»

LeccoToday è in caricamento