Attualità

In arrivo 62 milioni di euro per la rete lecchese dell’acqua che guarda al futuro

Grazie ai fondi di un pool di banche, Lario Reti Holding implementerà le opere per servizi idrici sempre più efficienti: "Meno perdite nella distribuzione e più digitale"

Banco Bpm, Bper Banca, Banca Popolare di Sondrio e Finlombarda supportano i nuovi investimenti di Lario Reti Holding sul fronte dei servizi idrici a Lecco e provincia. Il finanziamento, del valore complessivo di ben 62 milioni di euro, consentirà di implementare il piano industriale 2022-2045 con interventi a favore del territorio, inclusa la riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, grazie anche alla digitalizzazione e al monitoraggio delle reti.

Il pool di banche - con la partecipazione della società finanziaria di Regione Lombardia - ha siglato infatti un accordo con Lario Reti per erogare l'importante finanziamento, suddiviso in più tranche. "Un finanziamento che associa la tutela del bene acqua con l’utilizzo del digitale, in linea con gli obiettivi del Pnrr" - fa sapere la società con sede in via Fiandra. L’operazione è destinata a sostenere gli investimenti a forte impatto ambientale di Lario Reti Holding, il gestore del servizio idrico integrato per l’intera provincia di Lecco, con le nuove opere definite dall’Ufficio d’ambito di Lecco in funzione delle esigenze del territorio.

"Grazie al sostegno ottenuto da intermediari finanziari di primo livello potremo implementare il piano industriale 2022-2045 e realizzare i relativi interventi - dichiara Lelio Cavallier, presidente di Lario Reti Holding - Tra questi, figurano in particolar modo gli obiettivi di riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, che saranno raggiunti anche grazie alla digitalizzazione e al monitoraggio delle reti stesse".

"Siamo soddisfatti di essere banca capofila di questa importante operazione a favore di Lario Reti Holding, un’azienda del settore pubblico che svolge un’attività fondamentale per il territorio - commenta Roberto Perico, responsabile direzione territoriale Bergamo Brescia e Lario di Banco Bpm - Il nostro supporto finanziario andrà a sostenere un piano di sviluppo incentrato su innovazione e sostenibilità, due asset indispensabili per guardare al futuro che ci vedono in prima linea, con i nostri prodotti e servizi, a sostegno delle imprese e del Paese".

"Bper Banca supporta da tempo le realtà che investono nel territorio cercando di migliorare la qualità dei servizi offerti. La nostra direzione Cib è in costante crescita grazie all’erogazione di prodotti e servizi mirati che possano supportare le aziende che contribuiscono in modo concreto al tessuto produttivo italiano" sottolinea a sua volta Marco Mandelli, chief corporate & investment banking officer di Bper Banca.

"Il finanziamento di Lario Reti Holding, a cui anche Banca popolare di Sondrio ha partecipato, è pienamente coerente con la nostra vocazione a collaborare al fianco di imprese che operano con una importante progettualità, anche di lungo periodo e in ottica di sostenibilità, per la tutela e lo sviluppo del territorio - spiega Mario Alberto Pedranzini, consigliere delegato e direttore generale della Banca popolare di Sondrio - Contribuire con un supporto concreto a interventi così strategici per la salvaguardia delle risorse idriche, volti anche ad implementare un maggior impiego del digitale, in linea con gli obiettivi del Pnrr, conferma il nostro ruolo attivo e responsabile al servizio del tessuto economico e sociale delle comunità in cui siamo presenti".

"Con questa operazione - incalza Andrea Mascetti, presidente di Finlombarda Spa - confermiamo il nostro impegno a finanziare settori strategici per uno sviluppo economico sostenibile del territorio lombardo, tra i quali il servizio idrico integrato. In particolare, siamo lieti di essere intervenuti, insieme a primari intermediari finanziari, nel finanziamento di Lario Reti Holding, azienda costantemente impegnata nella realizzazione di investimenti per la transizione digitale, l’efficienza e il miglioramento della qualità della risorsa idrica a favore dei cittadini della provincia di Lecco".

"Il finanziamento in pool al quale ha partecipato la finanziaria regionale - dichiara quindi l’assessore regionale a enti locali, montagna, risorse idriche, Massimo Sertori - si aggiunge ai contributi erogati negli ultimi anni da Regione Lombardia a favore dell’Ufficio d’ambito di Lecco attraverso il fondo Interventi per la
ripresa economica
 istituito nel maggio 2020, fondo con il quale sono stati complessivamente attribuiti al Servizio idrico integrato lombardo 124 milioni di euro. In provincia di Lecco l’importo del finanziamento è stato di circa 8 milioni. A tali risorse - conclude Sertori - auspichiamo possano presto aggiungersi anche quelle derivanti dal Pnrr, abbiamo infatti richiesto insieme in via prioritaria un contributo di circa 1,5 milioni di euro, e per il quale si resta in attesa del decreto ministeriale che ne formalizzi l’assegnazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo 62 milioni di euro per la rete lecchese dell’acqua che guarda al futuro
LeccoToday è in caricamento