rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità

Accordo con le farmacie: i medici possono ritirare i vaccini antinfluenzali

Perfezionata l'intesa di Regione Lombardia con Federfarma e Assofarm/Confservizi. Letizia Moratti: "L'obiettivo è semplificare e migliorare l'accesso dei pazienti al Sistema sanitario"

Rinnovato l'accordo: le farmacie consegneranno presso i loro esercizi, ai Medici di Medicina Generale (Mmg) e ai pediatri di libera scelta (Pls), le fiale di vaccino antinfluenzale e pneumococco. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta della Regione Lombardia su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti.

I Mmg e i Pls che possono accedere al servizio sono quelli preventivamente autorizzati da ciascuna Agenzia per la tutela della salute (Ats). "In questo modo - spiega Letizia Moratti - agevoliamo il prezioso lavoro del medico e del pediatra di famiglia che non sono costretti a recarsi presso l'azienda sanitaria (Asst) per avere i vaccini, con orari di apertura definiti e vincolanti, e in luoghi spesso lontani dallo studio medico. Ogni medico o pediatra inoltre ha la facoltà di ritirare i vaccini anche presso un'altra farmacia in Lombardia, anche al di fuori della sua Ats".

Già da oggi, lunedì 25 ottobre, i vaccini sono in farmacia per la consegna. L'intesa è stata sottoscritta da Regione con Federfarma Lombardia e Assofarm/Confservizi Lombardia e sostituisce integralmente lo schema di accordo del 2019. L'accordo avrà durata fino al 31 agosto 2022, prorogabile, previo accordo tra le parti, di 12 mesi, salvo disdetta che potrà essere comunicata da uno dei tre soggetti, con preavviso non inferiore ai 90 giorni.

Intesa con 3.000 farmacie lombarde

"L'intesa - aggiunge Letizia Moratti - riguarda le oltre 3.000 farmacie lombarde. Come lo scorso anno, abbiamo confermato questi esercizi di prossimità ai cittadini come servizio di distribuzione ai Mmg e ai Pls delle dosi di vaccino antinfluenzale, che poi verranno somministrate ai pazienti. L'obiettivo è semplificare e migliorare l'accesso dei pazienti al Sistema sanitario. Il modello sociosanitario lombardo pone infatti al centro la persona e le sue necessità, e nell'erogazione dei servizi coinvolge tutti i soggetti, pubblici e privati".

La spesa annua prevista è di 400mila euro tratti dal capitolo di bilancio 2021 dedicato alla "farmaceutica", a carico di ciascuna Ats in relazione al numero di farmacie presenti sul suo territorio e ai servizi forniti. I vaccini sono acquistati dalle Ats e distribuiti ai Mmg e ai Pls dalle farmacie: un servizio per il quale Regione riconosce alle farmacie 0,30 euro a fiala consegnata.

Vaccini in farmacia entro sette giorni dall'ordine

I vaccini saranno resi disponibili in farmacia entro sette giorni dall'invio dell'ordine di Mmg e Pls, in un pacco refrigerato destinato al singolo medico e/o pediatra, completo di documento di trasporto. In caso di mancato ritiro entro tre giorni dalla data concordata tra Mmg/Pls e la farmacia, l'esercizio informerà l'Ats che provvederà a sua volta a sollecitare gli Mmg/Pls; se il ritiro non avverrà entro sette giorni la farmacia restituirà i vaccini al distributore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo con le farmacie: i medici possono ritirare i vaccini antinfluenzali

LeccoToday è in caricamento