menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il PalaTaurus, centro vaccinale di Lecco BONACINA/LECCOTODAY

Il PalaTaurus, centro vaccinale di Lecco BONACINA/LECCOTODAY

Vaccinazioni anti-Covid: cinquanta persone si sono presentate senza prenotazione nei centri lecchesi

Favini, Direttore Generale dell'Asst Lecco: «Stiamo chiamando i pazienti per cercare di fissare degli appuntamenti»

Come da cronoprogramma, nella mattinata di mercoledì 7 aprile sono iniziate le vaccinazioni senza prenotazione degli over 80 in provincia di Lecco. Sono stati circa cinquanta gli utenti che si sono recati al PalaTaurus di Lecco e al "Mandic" di Merate. Come da indicazioni dell’assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti gli anziani che si sono registrati sul portale regionale ma che non hanno ancora ricevuto la convocazione per la vaccinazione potranno recarsi nei vari hub e ricevere la prima dose. Per non creare disagi, «le Asst presenti nel territorio dell'Ats Brianza» hanno definito le seguenti modalità di fruizione del servizio:

  • Centro Vaccinale Palataurus – Via Giacomo Brodolini 35 Lecco
    da mercoledì 7 a domenica 11 aprile
    dalle 8.00 fino alle 20.00 
  • Ospedale di Merate, Largo Mandic Merate
    da mercoledì 7 a domenica 11 aprile
    dalle 8.00 fino alle 20.00 

«Chiamiamo per fissare gli appuntamenti»

«Stiamo anche chiamando a casa i pazienti per cercare di fissare degli appuntamenti», ha illustrato il Direttore Generale dell'Asst Lecco Paolo Favini. Il dirigente è andato oltre, toccando anche il tema dei richiami: «Stiamo chiudendo le vaccinazioni degli over 80, mentre mi risulta che gli insegnanti abbiano terminato la prima fase. I richiami, fatta salva la ricezione di un sms che dica il contrario, saranno fatti all'interno delle strutture dov'è stata ricevuta la prima dose; con il tempo si arriverà a farli presso PalaTaurus e Technoprobe».

ospedale conferenza intervento areu4 Paolo Favini-2

Sulla Technoprobe di Cernusco Lombardone, Favini ha aggiunto: «Spero di trovare medici e infermieri, guardo al positivo della vicenda e conto riempire tutto correttamente nei tempi necessari. I sindaci possono facilitare la presentazione di personale medico che collabori alla realizzazione di tutte le linee vaccinali previste sul territorio. Il privato si sta muovendo verso di noi con un senso di collaborazione. A Cernusco partiranno cinque linee vaccinali». Più nebulosa la situazione legata alla rete delle farmacie: «Non abbiamo delle direttive in questo senso, se ne stanno occupando gli organismi preposti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento