"Attentati terroristici: il Governo sta gestendo male l'immigrazione"

La denuncia di Flavio Nogara, Lega Nord

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Gli ultimi attentati terroristici non possono che aumentare la mia preoccupazione sul metodo con il quale il Governo sta affrontando il problema "immigrazione". E' necessario combattere l'estremismo islamico ovunque e con ogni mezzo, la Lega lo sta dicendo ormai da tempo, ma nessuno sembra voglia ascoltare e tornare con i piedi per terra affrontando la realta'. Oggi vorremmo combattere questo pericolo con gli occhi bendati: l'ingresso nel nostro paese è ormai libero, e una volta sbarcato chiunque può far perdere le proprie tracce, con potenziali rischi sia sanitari che di sicurezza. Dei terroristi, degli estremisti potrebbero essere nel nostro paese, nei nostri comuni, non lo sappiamo, e questo non vuol dire diffondere panico, perchè sappiamo bene che qualcuno è già transitato indisturbato sul nostro paese! C'è una sola soluzione bloccare i migranti nei paesi d'origine, creare là delle zone franche, dei campi d'accoglienza dove possano essere identificati. Le partenze esclusivamente di veri profughi, con le vere caratteristiche per poter richiedere asilo, non sarebbero più gestite dai malavitosi su barconi disastrati in condizioni non umane ma animalesche, non ci sarebbero finalmente più morti in mare, ma prima ovviamente in Europa ognuno dovrebbe garantire di fare la propria parte, non come le false promesse ottenute sino ad ora da Renzi. Intervenga inoltre l'ONU con delle operazioni militari che permettano di sedare i conflitti interni esistenti nei paesi d'origine, la vera causa della fuga dei veri profughi, facile intervenire solo quando di mezzo ci sono gli interessi petroliferi..! Da parte nostra chiediamo massimo controllo dei luoghi nei nostri comuni dove gli immigrati oggi si rirovano, io da tempo richiedo l'identificazione, una registrazione di ciò che viene detto nei loro centri e l'obbligatorieta' di esprimersi nella nostra lingua. I prefetti da parte loro non accettino nuovi arrivi, abbiano il coraggio di opporsi al Governo, se vogliono veramente rappresentare e fare l'interesse del nostro Paese, e si confrontino con le amministrazioni locali. Il Sindaco e il consiglio comunale rappresentano l'unico organo veramente autorevole in quanto legittimamente eletto, quindi se un comune delibera che non vuole l'inserimento sul proprio territorio di immigrati, che sino all'effettiva identificazione, che avverrà mediamente dopo un anno, sono da ritenersi tutti clandestini a tutti gli effetti, il prefetto questa volontà deve rispettarla, sia che si tratti di inserimenti in strutture pubbliche che private. Il cittadino deve sapere che se nel proprio comune oggi vengono inseriti nuovi immigrati la responsabilità è anche del Sindaco, che non ha posto in votazione o ha votato contro alla nostra mozione, o comunque non si è espresso chiaramente in merito a questa problematica. I Prefetti se devono scegliere mandino gli immigrati nei comuni i cui Sindaci si sono dichiarati "accoglienti" e gli abitanti di quel comune sapranno bene con chi prendersela! I Sindaci presentino in Prefettura la lista della nostra gente bisognosa, che non arriva a fine mese, che ha perso il posto di lavoro, che ha perso la casa, che ha ricevuto lo sfratto perchè non riesce a pagare le rate del mutuo, perchè non riesce a pagare l'affitto, che ha perso tutto per colpa dello strozzinaggio di Equitalia.....e pretenda che prima di destinare 1.000 euro al mese agli immigrati arrivati e in arrivo, vengano destinati ai propri cittadini che per la maggior parte per una vita hanno hanno contribuito allo sviluppo e alla ricchezza del nostro paese pagando imposte, tasse e contributi salati!

Il Segretario Provinciale di Lecco Lega Nord - Lega Lombarda Flavio Nogara

Torna su
LeccoToday è in caricamento