menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scuola primaria del Pascolo.

La scuola primaria del Pascolo.

Ladri in azione alla scuola primaria del Pascolo: razziati computer, Lim e proiettori

Unanime condanna per l'episodio, purtroppo non isolato: «Un atto ignobile». Il Comune si è subito attivato per la sanificazione delle aule in vista della ripresa di oggi, e l'Istituto comprensivo per l'acquisto di nuovi strumenti informatici

Unanime condanna a Calolziocorte per il furto compiuto ai danni della scuola primaria del Pascolo. I ladri sono entrati in azione nei giorni scorsi, e non si tratta purtroppo del primo caso. Nel mirino dei soliti ignoti sono finite in particolare le lavagne interattive e le attrezzature informatiche da poco in dotazione alla scuola.

«Purtroppo dopo tutte le peripezie estive per dotare le aule scolastiche di Lim e renderle idonee per svolgere la didattica in presenza devo informarvi che il plesso scolastico di Pascolo ha subito nei giorni (o notti) scorsi il furto dei proiettori, dei computer e di altro ancora» - ha fatto sapere il vicesindaco di Calolzio Aldo Valsecchi.

Insieme a lui il collega assessore Dario Gandolfi, l'intera Amministrazione comunale, l'Istituto comprensivo nelle figure del Presidente del Consiglio Luca Bonacina, della Vicaria Anna Bruna Frigerio, della responsabile di plesso Roberta Graziani e dei genitori rappresentanti della primaria Angelo Francesco Radaelli e Rita Cutrona hanno espresso unanimemente «il proprio disappunto per l'ennesimo furto operato ai danni della scuola del Pascolo» definendolo «un atto vergognoso ed ignobile verso la collettività e le giovani generazioni».

Mandello, rubata una bicicletta: «Era il mio unico mezzo per andare al lavoro»

Gli stessi hanno quindi tenuto a rassicurare l'utenza e la popolazione dichiarando che: «La scuola comunque non si fermerà nonostante il danno subìto, perchè chi opera nella scuola è in grado di garantire con serietà e professionalità la crescita culturale e sociale degli alunni con qualunque mezzo a loro disposizione».

L'Amministrazione ha inoltre già garantito la sanificazione dei locali prima delle lezioni riprese oggi, giovedì 7 gennaio, facendosi inoltre carico di installare temporaneamente sistemi dissuasori provvisori in attesa dell'esito della gara di un bando per la realizzazione di un sistema di videosorveglianza in tutto il paese che permetterà sia l'identificazione delle targhe dei mezzi, sia il riconoscimento facciale. L'istituto si farà carico di trovare le modalità e i fondi per la fornitura delle attrezzature rubate.

Nel ringraziare il Comune per l'intervento immediato e tempestivo in vista della ripresa delle lezioni in sicurezza sanitaria e l'Istituto Comprensivo per l'impegno assunto, i genitori hanno chiesto al più presto la messa in sicurezza dell'edificio e il ripristino delle strutture.  Il vicesindaco Valsecchi ha infine dichiarato: «L'attenzione di tutti - Forze dell'Ordine, istituzioni e genitori - sarà massima affinché episodi del genere non abbiano a ripetersi più».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento