menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ministro Delrio: «Ad Annone non siamo arrivati in tempo»

«Non bastano tre ore di attesa perché un ponte crolli», dichiara a "La Repubblica"

«È sbagliato e inutile scaricare le colpe gli uni sugli altri». Così, il ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio, in un'intervista rilasciata a La Repubblica, commenta il botta-risposta tra Provincia di Lecco e ANAS, iniziato a poche ore dal crollo del cavalcavia sulla Statale 36.

«Come Anas ha la responsabilità del viadotto, così la Provincia ha la responsabilità dei transiti sul viadotto, punto. Basta litigi e scaricabarile, la magistraturà farà il suo corso - prosegue Delrio - e ci dirà se la strada andava chiusa o no. Purtroppo è stata uccisa una persona, le lacrime per incidenti del genere devono finire».

Il ministro risponde, inoltre, ad un interrogativo che - in questi giorni - attanaglia migliaia di persone: "Ma un ponte s'ammala in un giorno?"
«Questo è un aspetto, non bastano tre ore di attesa perché un ponte crolli. Ma l'altro aspetto riguarda il tir, il come e il perché carichi eccezionali si siano susseguiti su quel ponte e su altri - prosegue Delrio - purtroppo, viene da dire ad Annone non siamo arrivati in tempo. Stiamo pagando anni e anni di strategie non adeguate».

Per leggere tutta l'intervista: clicca qui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento