menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop ai mezzi inquinanti, la protesta di Confartigianato

L'associazione accusa: "Misure che penalizzano le fasce più deboli"

Sempre più imprenditori protestano contro il divieto di circolazione dei veicoli a benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1 e 2 in 53 comuni dlla provincia, compreso il capoluogo.

A un mese dall'entrata in vigore del provvedimento voluto dalla Regione, Confartigianato ha raccolto le rimostranze dei suoi associati e ha manifestato al settore Ambiente della Regione Lombardia come, se da un lao c'è la volontà di rispettare le regole per favorire l’abbattimento dell’inquinamento, dall'altra parte questo tipo di provvedimenti sta penalizzando pesantemente molte imprese che si trovano di fatto costrette a sostituire i propri automezzi. 

«Per fare un esempio - spiegano dall'associazione - un’attività artigiana che possiede un camioncino di 15 anni fa perfettamente funzionante, con percorrenze minime e allestito con attrezzature particolarmente costose come una piattaforma aerea o una gru, è obbligata a rottamarlo. Oppure a ricorrere all’installazione di un filtro antiparticolato che, nonostante il contributo previsto da un bando della Regione, risulta comunque particolarmente oneroso, e inoltre non può essere montato su tutti i modelli di motori». 

«Di fronte a misure che penalizzano le fasce più deboli – dichiara Daniele Riva, presidente di Confartigianato Lecco - la Regione avrebbe dovuto considerare meglio le ragioni di imprese e cittadini. In questa vicenda delle limitazioni alla circolazione, quest’anno estesa ai diesel euro 2, va considerato come molti artigiani posseggano furgoni che hanno accumulato solo pochi chilometri e non sono affatto al punto di dover essere sostituiti. Pensiamo ad un tappezziere che esce per le consegna una volta alla settimana, o agli autoriparatori che utilizzano un veicolo di servizio solo per intervenire in aiuto dei clienti rimasti in panne».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento