Ruba una bici e chiede soldi per la restituzione: giovane ladro espulso dal territorio italiano

B.M., pluripregiudicato 28enne di nazionalità marocchina, è stato allontanato dal Questore Alfredo D'Agostino

Repertorio

Furto in pieno centro Lecco, terminato con l'espulsione del colpevole, un giovane marocchino pregiudicato. Nella mattinata di venerdì 17 luglio il personale della Polizia di Stato di Lecco - Squadra Volanti, è stato avvicinato, in Piazza XX Settembre di Lecco, da una persona. La stessa ha riferito di aver fermato, insieme a un suo amico, un ragazzo che si era indebitamente appropriato di una bicicletta di proprietà del citato amico. Poco distante dal richiedente, infatti, erano presenti due persone che stavano discutendo animatamente tra di loro, uno dei quali molto alterato, verosimilmente a causa del consumo di alcolici, e con una bicicletta da donna portata a mano.

Appena i poliziotti si sono avvicinati ai due soggetti, uno ha riferito loro che l’altro, nella vicina via Airoldi, aveva appena rubato quella bicicletta, che il proprietario aveva lasciato legata a un palo per mezzo di un lucchetto risultato essere stato rotto, che la parte offesa ha mostrato insieme alla chiave di apertura.

«La rivuoi? Dammi quindici euro»

Lo stesso ha aggiunto agli agenti che, subito dopo essersi accorto del furto della sua bici, nell’affacciarsi sull’attigua Piazza XX Settembre ha notato un soggetto che portava a mano la sua bicicletta. Pertanto, insieme al suo amico lo hanno raggiunto e gli hanno chiesto di restituire il velocipede; il sospettato, per la restituzione, ha richiesto richiesto loro la somma di quindici euro, continuando con insistenza a chiedere la cifra anche in presenza dei poliziotti.

Alla luce di quanto sopra quest’ultimo è stato accompagnato negli Uffici della Questura per gli accertamenti del caso. All’interno del suo zaino i poliziotti hanno rinvenuto due pinze, un martello, una raspa e un cacciavite; il soggetto ha dichiarato che gli arnesi erano in suo possesso perché svolge l’attività di falegname e recupero di materiale ferroso, versione che per le circostanze di tempo e di luogo non è risultata essere credibile. Il materiale è stato sequestrato e la bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Acclarata la dinamica dei fatti il soggetto, B.A., 28enne di nazionalità marocchina, pluripregiudicato, irregolare sul territorio nazionale italiano, è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione, tentata estorsione, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato; allo stesso veniva, inoltre, è stato l’ordine del Questore della Provincia di Lecco Alfredo D'Agostino di lasciare il territorio nazionale entro sette giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento