Cronaca

Veleso in fiamme, al lavoro anche i pompieri lecchesi

Diverse squadre sono state inviate dal comando provinciale e dai distaccamenti di Valmadrera e Bellano

Diverse squadre del Comando di Lecco sono state inviate nel comune di Veleso sul monte San Primo per collaborare alle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi che stanno colpendo la zona.

Da domenica 29 ottobre tutti i giorni sono state inviate 3 squadre, partite dalla sede del Comando di Lecco, dal distaccamento di Valmadrera e dal distaccamento di Bellano, con automezzi dotati di attrezzatura specifica per la lotta agli incendi e con fuoristrada; le operazioni sono proseguite ininterrotte anche durante le ore notturne e in quattro giorni più di venti uomini del Comando di Lecco si sono affiancati ai numerosi colleghi pompieri di Como e di Milano, agli operatori Antincedio Boschivo e ai mezzi aerei (elicotteri e canadair, ndr) presenti sullo scenario per arginare il propagarsi delle fiamme.

Il sindaco di Veleso domenica ha firmato un'ordinanza per sgomberare le baite della frazione Loarno, quella più a ridosso dell'incendio. Tranne una, si tratta di seconde case utilizzate per lo più in estate e nei weekend. 26, come detto, le persone evacuate. Le forze dell'ordine hanno dovuto convincere in particolare quattro famiglie che non volevano abbandonare la baita per paura che venisse bruciata e hanno chiesto di poter restare a presidiare, ma in serata, vista la situazione di rischio, hanno ceduto. Anche l'unica famiglia residente a Loarno ha lasciato l'abitazione, appoggiandosi ad un'altra casa che hanno in affitto a Como. L'ordinanza rimarrà in vigore finchè non sarà terminato completamente il lavoro dei vigili del fuoco e la zona sarà totalmente sicura, come riportato da QuiComo.it.

Nessuna delle baite di Loarno, secondo quanto riferito dal sindaco, è bruciata, mentre molte (ancora da definire il numero esatto) quelle distrutte nella parte più alta della montagna. Anche in questo caso si tratta soprattutto di residenze estive. Salvati con l'elicottero nella giornata di domenica anche un gruppo di escursionisti, tra cui un bambino, che non riusciva più a scendere a valle a causa del rogo. Il sindaco ha emesso intanto un'altra ordinanza in cui si vieta fino a nuovo ordine di accendere fuochi, anche controllati, in qualsiasi ora del giorno e della notte: troppo alto il rischio di far scatenare nuovi incendi, vista la situazione meteo, con il vento e l'assenza di piogge.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veleso in fiamme, al lavoro anche i pompieri lecchesi

LeccoToday è in caricamento