Lanciano escrementi contro porta e scalinata della chiesa

Gravissimo episodio di vandalismo a Crebbio, frazione di Abbadia. Volontari subito all'opera per ripulire

Bravata, stupida goliardata, vandalismo. Termini che non sono sufficienti per definire il grave gesto compiuto a Crebbio, frazione di Abbadia Lariana, dove la chiesa è stata colpita con gavettoni carichi di sterco. «Si è trattato di un'azione assolutamente inqualificabile - ha commenta il parroco di Abbadia don Vittorio Bianchi stigmatizzando l'accaduto - Un episodio che mi ha lasciato molto male, aprendo una ferita interiore, e che molto probabilmente è stato firmato da alcuni ragazzini». 

Viale Turati: danneggiatele luci del cimitero monumentale

Il grave raid vandalico è stato compiuto nella notte tra ieri e oggi, giovedì: gli escrementi hanno sporcato le adiacenze, la scalinata e perfino la porta d'ingresso al sacro edifico dedicato a Sant'Antonio. Nel prato sottostante il tempio, che raccoglie la comunità del rione locale e della vicina frazione di Maggiana, è stata ritrovata una ciotola gialla abbandonata che mostra ancora i segni dello sterco utilizzato nell'incursione.

Il bliz notturno sarebbe stato compiuto intorno alle quattro, stando alle testimonianze di alcuni vicini destati da schiamazzi insoliti avvertiti poco prima dell'alba.

Questa mattina alcuni volontari e soprattutto volontarie si sono subito messi all'opera per ripulire la chiesa volgarmente imbrattata. In paese sono rimbalzati gli interrogativi: “Questi ragazzi erano coscienti di ciò che andavano a colpire e di quello che hanno fatto?” e “Le famiglie, i genitori, con dei figli fuori casa a quelle ore della notte non hanno detto nulla?”. In attesa delle risposte don Vittorio ha informato dell'accaduto la Polizia locale di Abbadia Lariana e i Carabinieri della Stazione di Mandello. Al lettore alcune immagini del fatto nella loro deplorevole eloquenza. (Si ringrazia Alberto Bottani per foto e collaborazione)

Spaccato il vetro di un'altra auto, allarme vandali

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • "Black Ink": riciclaggio e bancarotta, truffa da trentacinque milioni. In dodici finiscono nei guai

  • Statale 36: brutto incidente prima della "San Martino", serie le condizioni di un'automobilista

  • Come far durare più a lungo la tinta per capelli

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Torna il maltempo: nel Lecchese scattano ben tre allerte

Torna su
LeccoToday è in caricamento