menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza XX settembre, dove i mendicanti sono molto diffusi

Piazza XX settembre, dove i mendicanti sono molto diffusi

"Caso mendicanti", Caterisano e Zamperini rispondono all'Assessore Volonté

All'appello del presidente di Fipe Lecco, Volonté ha risposto di non aver mai ricevuto denunce di minacce o fastidi. Caterisano replica: "Disinteresse verso uno dei problemi reali della città".

Arrivano le prime reazioni alle parole dell'Assessore alla sicurezza del Coune di Lecco Armando Volontè, che ieri 3 ottobre ha risposto all'appello di Marco Caterisano, presidente dei pubblici esercenti lecchesi, sul caso degli accattoni che vagano per la città chiedendo elemosine.

È lo stesso Caterisano a esprimere per primo delle perplessità riguardo alle parole di Volonté: «Dispiace che l’Assessore abbia risposto in maniera polemica, senza entrare nel merito reale del problema, mostrando fin troppa rilassatezza e persino disinteresse - spiega il presidente di Fipe Lecco - La segnalazione che avevamo avanzato non era personale, ma di una intera categoria che opera e lavora nella città di Lecco: ci aspettavamo una collaborazione nel trovare una soluzione al problema che invece ci viene negata, in partenza data la sua risposta. Ci rammarica constatare che l’Assessore non sia disponibile ad ascoltare e a provare a risolvere uno dei problemi reali della sua città, si è rivelato poco sensibile ed estraneo alle esigenze dei pubblici esercizi e dei commercianti».


Anche il Consigliere comunale di opposizione Giacomo Zamperini (FdI-An) interviene nel dibattito con un breve comunicato: «"Elemosinare" non è più un reato, ma disturbare il lavoro degli altri con insistenza e maleducazione si. Inoltre, in questi ultimi tempi è aumentato considerevolmente il numero dei reati di strada e la sensazione comune è quella di un'insicurezza dilagante».


Zamperini sottolinea come si possano trovare delle soluzioni, se c'è volontà politica, disponibilità al confronto e capacità di dialogare, e conclude, non senza una nota polemica «Minimizzare il problema, come ha fatto l'assessore, serve solo per far arrabbiare ancora di più i cittadini di Lecco, in particolar modo i negozianti del centro storico!»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento