Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Lecco, Anghileri scrive a Brivio

"Ho saputo che un'associazione fascista avrebbe ottenuto l'utilizzo di una sala comunale per una pubblica assemblea. La invito, qualora non l'avesse già fatto, a ritirare il permesso"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Sono trascorsi pochi giorni dal 25 aprile, tutti assieme abbiamo ricordato la Resistenza e la lotta Partigiana, proprio in quei giorni è nata la nostra bella Costituzione, come ci ha ricordato Piero Calamandrei la Costituzione è nata sulle montagne, nelle valli e nelle città, anche sulle nostre montagne e nella nostra città Medaglia d'argento per la Resistenza.

L'antifascismo fa parte del nostro DNA, leggo proprio in questi minuti che un'associazione dichiaratamente fascista avrebbe ottenuto l'utilizzo di una sala comunale per una pubblica assemblea.

Condivido la lettera che l'ANPI le ha inviato e Le chiedo, qualora non l'avesse già fatto di ritirare il permesso a questa associazione. Il Presidente provinciale dell'ANPI, proprio nel suo intervento il 25 aprile aveva chiesto la nostra città diventasse off limits alle organizzazioni neofasciste, ero convinto che quell'appello fosse stato colto da tutti.

La normale dialettica politica ci vede contrapposti Lei amministra e io sono all'opposizione ma sono convinto che i valori di fondo, non possono che essere uguali per tutti coloro che si identificano nella nostra Costituzione.

Nella convinzione che provvederà a ritirare il permesso a questa associazione, cordiali saluti.

Anghileri, consigliere comunale "Con la sinistra cambia Lecco"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, Anghileri scrive a Brivio

LeccoToday è in caricamento